La carta di riconoscimento di don Longhi