Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

Piano di sviluppo strategico della città di Bolzano - "Idee 2015 Pensare la Città"

Logo "Idee 2015" (Apri l'immagine gif, 9 Kilobyte, 226 per 324 pixel)

 

Il piano di sviluppo strategico della città di Bolzano ha mosso i suoi primi passi.

Il 22 settembre 2004 la Giunta Comunale ha incontrato le parti sociali, le rappresentanze delle istituzioni e dell'economia, nonché gli esperti dei diversi settori della cultura, dell'ambiente, del sociale, dei trasporti, delle infrastrutture per delineare insieme il posizionamento e la visione della città verso il 2015.

Il progetto, cofinanziato dal Fondo Sociale Europeo, ha preso il nome di "Idee 2015 Pensare la Città" ed è stato l'inizio dell'elaborazione del Piano di Sviluppo Strategico che ha esaminato punti di forza e di debolezza della città nonché le opportunità di sviluppo e crescita della popolazione su quattro grandi aree tematiche: sociale (famiglia, giovani, donne, tempo libero, casa, ecc.), cultura, turismo e spettacolo (valorizzazione delle risorse locali in un quadro di cittadinanza europea), sviluppo economico ed occupazionale (infrastruture, innovazione tecnologica, insediamenti), territorio ed ambiente (spazi e tempi della città, mobilità), lo scopo è stato quello di rafforzare i trend positivi esistenti cercando soluzioni per attenuare o invertire le tendenze negative.

Mercoledì 29 e giovedì 30 settembre 2004 sono state effettuate due intere giornate di lavoro collegiale della Giunta per l'elaborazione della visione e delle vocazioni della città, con la selezione delle idee forti.
Nel frattempo sono stati attivati appositi gruppi di lavoro che hanno vagliato prospettive e risorse nei diversi settori.
Il 6 novembre 2004 sono stati allestiti stands informativi in diversi luoghi della Città (Piazza Matteotti, Piazza Don Bosco, Via Resia, Corso Libertà, Piani di Bolzano, Oltrisarco e Piazza Walter) e sono stati coinvolti i cittadini nella selezione delle idee più forti per la città e nella raccolta di ulteriori suggerimenti.

L'ambizione è stata quella di rendere sempre più Bolzano una moderna città europea del dialogo, della convivenza, della cultura, il tutto grazie ad iniziative anche di carattere economico in grado di attrarre investimenti, puntando anche su un turismo culturale e formativo (lavoro, congressi) con un polo universitario e di ricerca di eccellenza sui settori economici chiave, in modo complementare e non concorrenziale.
I cantieri di lavoro sono stati attivati in novembre e hanno proseguito i lavori fino ad aprile, con una sintesi conclusiva.
Il lavoro ha individuato i bisogni della città ed in relazione a questi le possibili idee/soluzioni, i soggetti responsabili e i tempi per porre in opera le azioni conseguenti.
I cantieri di lavoro hanno configurato così obiettivi a breve, medio e lungo termine che sono stati sottoposti al vaglio delle componenti politiche istituzionali, Giunta Comunale e Consiglio Comunale, che hanno affrontato le tematiche all'atto del loro insediamento ad elezioni avvenute.
La nuova Giunta Comunale è quindi entrata nel vivo delle linee guida per presentare il Piano Strategico per l'approvazione, a cui si è giunti nel maggio del 2006. In questo percorso l'amministrazione comunale è stata affiancata da uno staff di consulenti della ECG - European Consulting Group di Milano, società leader a livello internazionale nel settore.

Il Comune deve essere promotore di crescita e di stimolo e momento di sintesi e di riflessione con programmi di grande respiro.
Il futuro della città necessita perciò di una pianificazione strategica e partecipata.
Come valore aggiunto, alla rete internazionale di rapporti che Bolzano ha costruito negli anni.
"Il Piano di sviluppo strategico deve essere considerato a tutti gli effetti uno strumento della Città e non solo del Comune".

Dopo l'interruzione dovuta alla nota situazione politica con il commissariamento del Comune, la nuova Giunta comunale ha ripreso le fila del Piano di Sviluppo Strategico della Città portandolo, dopo attento esame ed approfondita discussione a compimento con un calendario che ha coinvolto anche la neo-costituita Commissione Consiliare Innovazione e Piano Strategico, la Conferenza dei Capigruppo consiliari (vedi calendario operativo).

Il Consiglio comunale nel corso di tre serate di alto dibattito politico ha ritenuto di approvare gli obiettivi strategici che costituiranno l'asse portante delle future azioni per lo sviluppo della città.

FSE - Fondo Sociale Europeo

Torna ad inizio pagina
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::