Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

BZ ’18-’45. Un monumento, una città, due dittature

Un percorso espositivo nel Monumento alla Vittoria

Il percorso espositivo "BZ '18-'45. Un monumento, una città, due dittature" illustra la storia del Monumento alla Vittoria, eretto a Bolzano dal regime fascista tra il 1926 e il 1928, e la contestualizza all'interno delle vicende storiche locali durante il ventennio fascista e l'occupazione nazista, nel contesto degli accadimenti nazionali e internazionali degli anni compresi tra le due guerre mondiali (1918-1945).

bz.history
Spazio Bolzano
Tempo 1918-1945
Tag Italia liberale, regime, “nuova Bolzano”, economia urbanistica demografia, fascismo e cultura, totalitarismi e “opzioni”,zona d’operazione delle prealpi, resistenza e democrazia, monumento ai Kaiserjäger, Monumento alla Vittoria, Cesare Battisti, Fabio Filzi e Damiano Chiesa, Marcello Piacentini, dopoguerra, cripta, Libero Andreotti, Adolfo Wildt, Arturo Dazzi, Pietro Canonica, Giovanni Prini,Guido Cadorin
Istituzione Ministero per i beni e le attività culturali e del turismo, Provincia Autonoma di Bolzano, Comune di Bolzano.
Tipologia percorso espositivo
Su questo tema

www.monumentoallavittoria.com

Torna ad inizio pagina
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::