Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

Incontro del Gruppo di lettura “Tutto torna”

Biblioteca civica "C. Battisti", via Museo 47

Gruppo di lettura

26.11.2021

A fine novembre il Gruppo di lettura si riunisce per parlare de “L’incubo di Hill House” di Shirley Jackson. Alle ore 18.00, in Sala lettura.

Shirley Jackson, L'incubo di Hill House (Apri l'immagine , 55 Kilobyte, 536 per 835 pixel)
 

In autunno il Gruppo di lettura si dedica alla scoperta di tre grandi scrittrici americane: Lucia Berlin, Flannery O'Connor e Shirley Jackson.

Nel terzo incontro, che si svolgerà in presenza in Biblioteca Civica, si discuterà del romanzo di Shirley Jackson L'incubo di Hill House (Adelphi, 2004). Uscito per la prima volta nel 1959, è probabilmente il romanzo più noto di Jackson, capace di travalicare i confini del genere horror con uno stile allusivo e mai esplicito che mantiene, per tutto lo spazio della narrazione, una dimensione di incertezza e una costante oscillazione tra razionalità e soprannaturale. Accostato spesso a Il giro di vite di Henry James, L'incubo di Hill House rappresenta una costruzione romanzesca senza crepe in cui - come ha scritto il discepolo più celebre di Jackson, Stephen King - "ogni svolta porta dritta in un vicolo buio".

ll libro ha avuto due adattamenti cinematografici: Gli invasati (The Haunting) di Robert Wise, del 1963 e Haunting - Presenze (The Haunting) di Jan de Bont, del 1999. Ha inoltre ispirato la serie Netflix The Haunting of Hill House di Mike Flanagan.

"Nessun organismo vivente può mantenersi a lungo sano di mente in condizioni di assoluta realtà; perfino le allodole e le cavallette sognano, a detta di alcuni. Hill House, che sana non era, si ergeva sola contro le sue colline, chiusa intorno al buio; si ergeva così da ottant'anni e avrebbe potuto continuare per altri ottanta. (…) il silenzio si stendeva uniforme contro il legno e la pietra di Hill House, e qualunque cosa si muovesse lì dentro, si muoveva sola.

Shirley Jackson nasce a San Francisco, California, il 14 dicembre del 1916. Entra alla Syracuse University nel 1937. Dopo aver vinto un concorso di poesia, incontra il suo futuro marito, il giovane aspirante critico letterario Stanley Edgar Hyman, e insieme fondano la rivista letteraria Spectre. Entrambi si laureano nel 1940 e Jackson inizia a pubblicare le sue storie su "The New Republic" e "The New Yorker"; nel frattempo è nato il primo dei loro quattro figli. Nel 1945, a Hyman viene offerto un posto di insegnante al Bennington College. La famiglia si trasferisce quindi a North Bennington, nel Vermont. Nel 1948 il New Yorker pubblica il racconto La lotteria, che suscita grande clamore: un volume incredibile di missive indignate o atterrite invade letteralmente la redazione. Nel 1959 esce L'incubo di Hill House, il suo romanzo più noto. Nel 1962 pubblica quello che diverrà il suo romanzo più venduto, Abbiamo sempre vissuto nel castello, che viene incluso nei "Dieci migliori romanzi" dell'anno dalla rivista Time. L'8 agosto del 1965, all'età di soli 48 anni, Shirley Jackson muore inaspettatamente nel sonno.


Per partecipare all'evento sono necessari Green Pass e prenotazione (fino a esaurimento posti) scrivendo a infobiblio@comune.bolzano.it .

Trovate tutte le informazioni e i contatti del gruppo di lettura qui.

Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::