Seganala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

Referendum popolari abrogativi del 28.5.2017: voto degli elettori temporaneamente all'estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei familiari conviventi.

Dichiarazioni da presentare entro il 26 aprile 2017

Referendum abrogativi - 28.5.2017 (Apri l'immagine , 5 Kilobyte, 155 per 149 pixel)
 

Nell'attesa della pronuncia dell'Ufficio Centrale per il referendum presso la Corte di Cassazione (solo dopo la conversione in legge del D.L. 17.3.2017), per esercitare il diritto di voto all'estero, in occasione dei referendum popolari del 28 maggio 2017, la legge 6 maggio 2015, n. 52, prevede il voto per corrispondenza a favore degli/lle elettori/trici che si trovino temporaneamente all'estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche, per un periodo minimo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale.  

Tale facoltà si estende anche ai familiari conviventi per i quali la legge non richiede il periodo di tre mesi di temporanea residenza all'estero.   

La suddetta legge, prevede l'obbligo di far pervenire la relativa domanda (dichiarazione di opzione) al Comune d'iscrizione nelle liste elettorali, entro dieci giorni dalla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali. Peraltro, come giá avvenuto in occasione dei referendum in aprile e dicembre 2016, al fine di garantire l'esercizio di voto il Comune considererá il suddetto termine meramente ordinatorio e saranno considerate altrettanto valide le dichiarazioni di opzione che perverranno entro il 32° giorno antecedente la votazione (26 aprile), in modo da consentire la successiva comunicazione al Ministero dell'Interno.

La dichiarazione di opzione è validamente prodotta a condizione che:
a) l'interessato dichiari di trovarsi già all'estero per un periodo minimo di 3 mesi comprendente la data della votazione;   
ovvero
b) non si trovi ancora all'estero al momento della dichiarazione, ma il periodo previsto di 3 mesi di permanenza all'estero comprenda la data stabilita per la votazione.

La stessa, redatta su carta libera, dovrà essere debitamente compilata in ogni sua parte e dovrà contenere l'indirizzo postale estero a cui inviare il plico elettorale (se si utilizza il modello editabile si prega di prestare attenzione ai campi obbligatori, contrassegnati con *).
   
Dovrà inoltre essere necessariamente allegata copia di documento d'identità valido.

L'invio potrà avvenire in una delle seguenti modalità:
a) per posta ordinaria al seguente indirizzo:   
Ufficio Elettorale del Comune di Bolzano   
via Vintler 16 - 39100 Bolzano
;
b) per telefax al numero: (+39) 0471 997151
c) per posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo:   
demografici.comune.bz@legalmail.it
d) per posta elettronica all'indirizzo: 1.4.0@comune.bolzano.it
e) recapitata a mano, anche da persona diversa dall'interessato

Allegati:

Condividi articolo:
 
  • Home
  • >Servizi
  • > In primo piano
  • > Referendum popolari abrogativi del 28.5.2017: voto degli elettori temporaneamente all'estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche e dei familiari conviventi.
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::