Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

Servizio delle pubbliche affissioni

Dal 1° aprile 2008 il Servizio di accertamento e riscossione dell'imposta comunale sulla pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni è affidato alla società I.C.A. S.r.l..

Pertanto, tutte le richieste di informazioni, richieste di affissione, timbratura locandine, presentazione di denunce ecc. dovranno essere rivolte al concessionario.

 

SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

È il servizio svolto dal Concessionario per affiggere, in appositi impianti a ciò destinati, manifesti costituiti da materiale idoneo, contenenti messaggi diffusi nell'esercizio di attività economiche, comunicazioni istituzionali e/o sociali.

Come possono essere gli impianti per le affissioni?

  1. Tabelloni ed altre strutture monofacciali, bifacciali o plurifacciali, realizzate in materiali idonei per l'affissione di manifesti;
  2. Superfici adeguatamente predisposte e delimitate, ricavate da muri di recinzione, di sostegno, da strutture appositamente predisposte per questo servizio;
  3. Armature, steccati, ponteggi, schermature di carattere provvisorio prospicienti il suolo pubblico, per qualunque motivo costruiti.

Tutti gli impianti hanno, di regola, dimensioni pari o multiple di cm. 70 X 100.

Come fare per ottenere l'affissione di manifesti?

L'affissione si intende prenotata dal momento in cui perviene al Concessionario del servizio pubblicità e affissioni la commissione (anche per posta o via fax ), accompagnata dall'attestazione dell'avvenuto pagamento del diritto.

Le richieste, che devono specificare il titolo preciso, quantità e formato dei manifesti da affiggere distinti in categorie (se commerciali) e la data di affissione, sono iscritte nell'apposito registro, tenuto in ordine cronologico di prenotazione e costantemente aggiornato.

L'accettazione della richiesta di affissioni è correlata alla disponibilità degli spazi destinati all'affissione stessa.
Si consiglia, pertanto, prima di procedere alla stampa dei manifesti di verificare presso il Concessionario del servizio pubblicità e affissioni la disponibilità degli spazi pubblicitari.

I manifesti devono essere fatti pervenire al Concessionario del servizio pubblicità e affissioni, nell'orario di apertura, a cura del committente almeno due giorni prima di quello richiesto per l'affissione

Come si paga?

Il pagamento del diritto può essere effettuato mediante versamento sul c/c postale 88226485 iintestato a I.C.A. S.r.l., Concessionario del Comune di Bolzano
 

Riduzioni del diritto sulle pubbliche affissioni: in quali casi?
La tariffa del diritto sulle pubbliche affissioni è ridotta alla metà per i soggetti previsti dall' art. 20 D. Leg. 507/93 e cioè per:

  1. i manifesti riguardanti in via esclusiva lo Stato e gli enti pubblici territoriali e che non rientrano nei casi per i quali è prevista l'esenzione
  2. i manifesti di comitati, associazioni, fondazioni ed ogni altro ente che non abbia scopo di lucro
  3. i manifesti relativi ad attività politiche, sindacali, e di categoria, culturali, sportive, filantropiche e religiose, da chiunque realizzate, con il patrocinio o la partecipazione degli enti pubblici territoriali
  4. i manifesti relativi a festeggiamenti patriottici, religiosi, a spettacoli viaggianti e di beneficenza
  5. gli annunci mortuari

Esenzioni dal diritto sulle pubbliche affissioni: in quali casi?
Sono esenti dal diritto le fattispecie previste dall'art. 21 del D. Lgs. 507/93, e cioè:

a)  i manifesti riguardanti le attività istituzionali del comune da esso svolte in via esclusiva, esposti nell'ambito del proprio territorio
b)  i manifesti delle autorità militari relativi alle iscrizioni nelle liste di leva, alla chiamata ed ai richiami alle armi
c)  i manifesti dello Stato, delle regioni e delle province in materia di tributi
d)  i manifesti delle autorità di polizia in materia di pubblica sicurezza
e)  i manifesti relativi ad adempimenti di legge in materia di referendum, elezioni politiche, per il parlamento europeo, regionali, amministrative
f)  ogni altro manifesto la cui affissione sia obbligatoria per legge
g)  i manifesti concernenti corsi scolastici e professionali gratuiti autorizzati

Per ottenere l'esenzione dal diritto di cui all'art. 21 del D.Lgs. 507/93, alle lettere:

f)  il soggetto che richiede l'affissione gratuita è tenuto a precisare, in tale richiesta, la disposizione di legge per effetto della quale l'affissione è obbligatoria con spesa a carico del Comune
g)  il soggetto richiedente deve allegare alla richiesta copia dei documenti dai quali risulta che i corsi sono gratuiti e regolarmente autorizzati dall'autorità competente

Reclami

Gli eventuali reclami, concernenti l'attuazione pratica delle affissioni, debbono essere presentati per iscritto tempestivamente e, comunque, non oltre la scadenza del termine di validità della commissione.
La mancata presentazione, in termini, del reclamo comporta accettazione delle modalità di esecuzione del servizio, nonché la decadenza di ogni pretesa.

Dove rivolgersi
Dove rivolgersi

Concessionario del servizio pubblicità e affissioni - I.C.A. S.r.l.
Via Maso della Pieve, 27/C  - 39100 Bolzano

Orario lun, mar, mer, ven: 9.00-12.30
mar: anche 15.00-16.30
giovedì del cittadino: 8.30-13.00 e 14.00-17.30
E-mail

ica.bolzano@icatributi.it

Tel. 0471 281 307
Fax 0471 404 667
Link utili

www.icatributi.it

Torna ad inizio pagina
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::