Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

Imposta sulla pubblicità

ATTENZIONE!

Dal 1° aprile 2008 il Servizio di accertamento e riscossione dell'imposta comunale sulla pubblicità e dei diritti sulle pubbliche affissioni è affidato alla società I.C.A. S.r.l..
A partire da questa data, pertanto, tutte le richieste di informazioni, richieste di affissione, timbratura locandine, presentazione di denunce ecc. dovranno essere rivolte al nuovo concessionario.

IMPOSTA SULLA PUBBLICITÁ

Chiunque diffonda messaggi pubblicitari, visivi od acustici, riconducibili ad attività economiche, effettuati in luoghi pubblici, aperti al pubblico o da tali luoghi percepibili, è tenuto al pagamento dell'imposta sulla pubblicità e alla presentazione della relativa dichiarazione.

Prima di iniziare la pubblicità, gli interessati devono essere in possesso della relativa autorizzazione rilasciata dall'Ufficio Mobilità (vedi: Rilascio autorizzazione all'installazione di impianti pubblicitari permanenti o temporanei).

Ottenuta l'autorizzazione di cui sopra, il soggetto passivo dell'imposta, prima di iniziare la pubblicità, è tenuto a presentare all'Ufficio del Concessionario del servizio, apposita dichiarazione dei mezzi pubblicitari esposti.

Documentazione
Nella dichiarazione  è necessario specificare:

  1. ragione sociale, sede, attività, numero di codice fiscale e partita IVA del denunciante
  2. caratteristiche della pubblicità con particolare riferimento a dimensioni, luminosità, ubicazione e durata dell'esposizione o della durata della pubblicità.

Per la pubblicità fatta tramite automezzi, oltre agli elementi sopra elencati, è indispensabile il numero di targa e la portata. 

Le dichiarazioni relative ad esposizioni permanenti a tempo indeterminato non devono essere ripetute alla scadenza annuale. Esse si intendono automaticamente rinnovate di anno in anno con il semplice pagamento dell'imposta entro il termine del 31 gennaio di ogni anno.
Qualora sussistano variazioni o cessazioni di tale pubblicità, le relative denunce, ai fini della loro validità, devono essere prodotte entro il termine del 31 gennaio dell'anno d'imposizione.

Determinazione dell'imposta
L'imposta si determina in base alle dimensioni in metri quadrati, alle caratteristiche, alla ubicazione del messaggio pubblicitario sul territorio comunale.
Le superfici superiori al primo metro quadrato si arrotondano al mezzo quadrato superiore.

Pagamento dell'imposta
Esso avviene:

  • contestualmente alla presentazione della dichiarazione in tutti i casi di "inizio della pubblicità", sia essa temporanea o permanente, sul c/c postale 88226485 intestato a "I.C.A. S.r.l. Concessionario del Comune di Bolzano - Imposta sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni";
  • entro il 31 gennaio dell'anno di riferimento in tutti i casi di "rinnovo annuale" di pubblicità permanente precedentemente denunciata.

Pubblicità con superficie inferiore a 300 centimetri quadrati
Non sono assoggettabili ad imposta i mezzi pubblicitari che non superino la superficie di 300 cm. quadrati (per esempio cm. 30 x 10, 20 x 15 , ecc…)

Pubblicità tramite locandine
Per le locandine da esporre a cura degli interessati nelle vetrine dei negozi o all'interno dei pubblici esercizi, è necessario recarsi, con le locandine stesse, all'Ufficio del Concessionario del servizio pubblicità e affissioni per la loro timbratura con apposito contrassegno.
Detti manifesti  non devono superare il mezzo metro quadrato di superficie e vanno limitati a un numero massimo di 150 unità per ogni iniziativa.

Insegne d'esercizio - Definizione, criteri di valutazione e modalità di esenzione
L'imposta non è dovuta per le insegne di esercizio di attività commerciali e di produzione di beni o servizi che contraddistinguono la sede ove si svolge l'attività cui si riferiscono, di superficie complessiva fino a 5 metri quadrati.

Pubblicità su veicoli - Modalità d'esenzione per veicoli adibiti ai trasporti aziendali
Per la pubblicità effettuata per conto proprio su veicoli di proprietà dell'impresa o adibiti ai trasporti per proprio conto non è dovuta l'imposta per l'indicazione del marchio, del nome, dell'indirizzo, del sito internet dell'impresa, purchè sia apposta non più di due volte e ciascuna iscrizione non sia di superficie superiore al mezzo metro quadrato.

Per la pubblicità effettuata per conto terzi su veicoli di proprietà dell'impresa o propri, non è dovuta l'imposta per la pubblicità di superficie non superiore  complessivamente a 300 centimetri quadrati.

Per la pubblicità effettuata da cooperative, associazioni, consorzi e fondazioni e da ogni altro ente che non abbia scopo di lucro, l'imposta dovuta è ridotta del 50% come da D.L. 507/93.

 

Dove rivolgersi
Dove rivolgersi

Concessionario del servizio pubblicità e affissioni - I.C.A. S.r.l.
via Maso della Pieve, 27/C - 39100 Bolzano

Orario lun, mar, mer, ven: 9.00-12.30
mar: anche 15.00-16.30
giovedí del cittadino: 8.30-13.00 e 14.00-17.30
E-mail

ica.bolzano@icatributi.it

Tel. 0471 281 307
Fax 0471 404 667
Link utili

www.icatributi.it

Torna ad inizio pagina
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::