Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

I censimenti generali

Censimenti della popolazione e delle abitazioni

L'Unione Europea prescrive l'obbligo per i Paesi membri di eseguire ad intervalli regolari il Censimento della popolazione. In Italia quest'obbligo viene osservato tramite i tradizionali Censimenti della popolazione e delle abitazioni che vengono condotti a periodicità decennale.

Il primo ha avuto luogo nel 1861 (in Alto Adige nel 1869), la prima indagine sulle abitazioni nel 1951. Contemporaneamente al censimento della popolazione e delle abitazioni, solo in provincia di Bolzano viene anche condotto il censimento linguistico.
 
I principali obiettivi del censimento della popolazione sono la determinazione della popolazione legale e il confronto censimento-anagrafe. I dati sulla popolazione legale vengono poi utilizzati per molteplici scopi, anche di carattere amministrativo (per es. individuazione dei distretti e delle circoscrizioni elettorali). Un ulteriore obiettivo del censimento è la raccolta di informazioni su fenomeni rilevanti quali lo spazio abitativo, il grado di istruzione e la situazione lavorativa della popolazione a livello comunale.
 
I risultati mostrano le modifiche nella struttura e nelle dinamiche della popolazione e consentono di individuare i necessari provvedimenti politici, sociali ed economici sulla base di dati certi ed attuali. La conoscenza delle dinamiche demografiche permettono un'adeguata programmazione in merito per es. alla espansione dell'edilizia scolastica (asili e scuole) o all'insediamento di infrastrutture socio-assistenziali (case di riposo e centri di degenza).
 
Il questionario (detto Foglio di famiglia) non contiene solamente le informazioni sui singoli componenti familiari, ma anche i dati riguardanti l'abitazione in cui vive la famiglia. Si passa da domande sul numero di stanze, bagno, posto macchina, ad altre sulla disponibilità di linee telefoniche fisse ed internet, oppure sull'impianto di riscaldamento e le energie rinnovabili.
 
Con il Foglio di famiglia vengono rilevate non solamente le persone aventi dimora abituale nell'alloggio, cioè i residenti, bensì anche le persone temporaneamente od occasionalmente presenti. A queste persone non verrà però richiesto di segnalare il proprio nominativo e resteranno anonime.
 
Le informazioni fornite dalle cittadine e dai cittadini sono soggette alle disposizioni sul segreto statistico ed alle norme sulla tutela dei dati personali. Le stesse possono essere diffuse solamente in forma aggregata, in modo che non se ne possa trarre alcun riferimento a persone identificabili.

L'ultimo censimento della popolazione si è svolto nel 2011, con giorno di riferimento il 9 ottobre di quell'anno.

Il Censimento dell'Industria e dei Servizi

Viene effettuato parallelamente al censimento generale della popolazione, pertanto ogni dieci anni.
Con questa rilevazione viene misurata la consistenza del sistema economico-produttivo e pertanto il numero delle imprese operanti nei singoli settori delle attività economiche, le relative unità locali, nonché gli addetti che vi lavorano.
Nel 1996 c'è stato un censimento intermedio dell'industria e dei servizi, effettuato però non nel modo tradizionale dei censimenti, ovvero con il sistema della somministrazione ad hoc di questionari, bensì sulla base delle informazioni fornite dalle stesse imprese ad altri Enti, quali il Ministero delle Finanze, l'INPS, la Camera di Commercio, l'INAIL e l'ENEL.

Il Censimento dell'agricoltura

Questa rilevazione, anch'essa a cadenza decennale, tende a rilevare un quadro complessivo del settore agricoltura e foreste nonché della zootecnia.
Il campo di osservazione di questo censimento comprende soprattutto l'orientamento tecnico-economico delle imprese del settore, le superfici utilizzate e  le forme di utilizzazione dei terreni, tipi di coltura e relative varietà, volumi di produzione, oltre ad aspetti più prettamente di supporto, quali il parco macchine agricole, fertilizzanti e prodotti fitosanitari distribuiti.
L'ultimo censimento dell'agricoltura è stato effettuato nel 2010.

Per ulteriori informazioni: www.istat.it/censimenti/ 

Torna ad inizio pagina
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::