Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

Iscrizione Albi Giudici popolari per la Corte di Assise e per la Corte di Assise di Appello

L'iscrizione negli Albi Giudici Popolari per la Corte di assise e per la Corte di assise di appello, viene effettuata da parte dall'ufficio Elettorale.

Gli Albi sono aggiornati ogni due anni, negli anni dispari con le seguenti modalità:

  • entro il 30 aprile dell'anno previsto per l'aggiornamento é affisso all'Albo pretorio comunale un apposito manifesto-avviso, che invita a provvedere all'iscrizione entro il 31 luglio.
  • presso il Comune è istituita apposita Commissione che entro il 30 agosto compila due elenchi distinti, per la Corte d'Assise e per la Corte d'Assise d'Appello, dei cittadini aventi i requisiti di legge e non compresi negli albi.
  • La Commissione segue identica procedura per la formazione degli elenchi delle persone da proporre per la cancellazione.

Gli Albi approvati vengono trasmessi al Tribunale entro il mese successivo e diventano definitivi dopo l'approvazione, le eventuali rettifiche e la successiva pubblicazione all'Albo Pretorio, nel gennaio dell'anno successivo.  

Il cittadino che per qualsiasi motivo non risultasse iscritto negli Albi, può presentare entro il 31.7 domanda d'iscrizione (modulo più sotto) all'Ufficio Elettorale, dopo aver verificato se il suo nominativo non sia già presente negli Albi.

Coloro che vengono iscritti quali giudici popolari per le Corti di assise devono essere in possesso dei seguenti requisiti: (Legge 10 Aprile 1951 n. 287 - Art. 9 - Requisiti dei giudici popolari delle Corti di assise)

  • essere iscritti nelle liste elettorali del Comune;
  • cittadinanza italiana e godimento dei diritti civili e politici;
  • buona condotta morale;
  • età non inferiore ai 30 e non superiore ai 65 anni;
  • titolo finale di studi di scuola media di primo grado, di qualsiasi tipo.

I giudici popolari delle Corti di assise di appello, oltre i requisiti stabiliti nell'articolo precedente devono essere in possesso del:

a. titolo finale di studi di scuola media di secondo grado di qualsiasi tipo. (Legge 10 Aprile 1951 n. 287 - art. 10 - Requisiti dei giudici popolari delle Corti di assise di appello )

L'art. 12 - "Incompatibilità con l'ufficio di giudice popolare" della stessa legge, prevede che non possono assumere l'ufficio di giudice popolare:

  • i magistrati e, in generale, i funzionari in attività di servizi appartenenti o addetti all'ordine giudiziario;
  • gli appartenenti alle Forze Armate dello Stato ed a qualsiasi organo di polizia, anche se non dipendente dallo Stato in attività di servizio;
  • i ministri di qualsiasi culto e i religiosi di ogni ordine e congregazione.

Nella Provincia di Bolzano, per l'inclusione negli elenchi comunali dei giudici popolari della Corte di assise e della Corte di assise di appello, è richiesto anche il requisito della conoscenza della lingua italiana e della lingua tedesca, risultante dal possesso dell'attestato di cui al terzo comma dell'articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 26 luglio 1976, n. 752 e successive modificazioni, corrispondente ad un titolo di studio non inferiore a quello richiesto per l'iscrizione negli elenchi stessi. (Art. 19 - Estratto dal Decreto del Presidente della Repubblica 15.7.1988, n. 574).

Torna ad inizio pagina
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::