Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 22.01.2014 10:06
Rubrica:  [Cultura]  [Manifestazioni ed eventi]  [Varie] 

Settimana della Memoria, al Cristallo si parla di eugenetica

Memoria: si affronta il tema del programma di sterminio nazista T4 (Apri l'immagine jpg, 25 Kilobyte, 400 per 396 pixel)

Memoria: si affronta il tema del programma di sterminio nazista T4

 
In calendario “Impronte dell'anima” e un dibattito scientifico

In occasione della Settimana della Memoria il Teatro Cristallo ospita due appuntamenti del percorso inedito "In Europa il diverso è uguale. La seduzione dell'eugenetica" che prende le mosse dall'analisi di dieci cartelle cliniche di altrettanti bambini sudtirolesi deportati in Germania ed uccisi durante il nazismo nell'ambito del programma di sterminio T4.
Sabato 25 gennaio alle ore 21 andrà in scena  lo spettacolo: "Impronte dell'anima" dell'Accademia Arte della Diversità di Teatro La Ribalta mentre lunedì 27 alle ore 20.30, sempre presso la sala teatrale, sarà la volta di un dibattito scientifico-divulgativo dal titolo "Progetto T4. Lo sterminio dei disabili e la psichiatria nei regimi nazisti" che vede come relatori tre psichiatri, Hartmann Hinterhuber, Andreas Conca e Lorenzo Gasperi, uno storico, Hannes Obermair e l'artista Thomas Simeaner.

Il percorso culturale "In Europa il diverso è uguale, la seduzione dell'eugenetica" è stato ideato dall'associazione Cristallo e dal Servizio Psichiatrico del Comprensorio Sanitario di Bolzano in collaborazione con l'Archivio Storico della Città di Bolzano, con l'Associazione Parenti ed Amici di Malati Psichici, con Teatro La Ribalta, Lebenshilfe Südtirol, Theatraki, la Libera Università di Bolzano, la Biblioteca Civica, il Filmclub e con il patrocinio e il sostegno dell'Assessorato alla Cultura e alla Convivenza del Comune di Bolzano.
Sabato 25 gennaio alle ore 21 in programma lo spettacolo "Impronte dell'anima" di Giovanni De Martis e Antonio Viganò a cura del Teatro La Ribalta, realizzato in collaborazione con Lebenshilfe Südtirol e Theatraki. Lo spettacolo è messo in scena dagli attori dell'Accademia della Diversità e vuol far riflettere il pubblico ed evitare che oggi, in pieno darwinismo e determinismo biologico, con la complicità della scienza, si ripetano ancora programmi feroci e inumani quale il "programma T4", ritenendo le diversità non meritevoli di vivere. Trecentomila persone dal 1939 al 1945 furono eliminate nella Germania nazista perché non corrispondevano ai "parametri" della "normalità": uno sterminio legalizzato. Il corpo umano apparteneva così allo Stato, che ne disponeva a suo piacimento, per uniformare la razza al culto della salute collettiva, nel nome di una presunta "superiorità". Lo spettacolo serale sarà a pagamento (biglietto intero: 10 euro, ridotto: 6 Euro). "Impronte dell'anima" verrà anche proposto per le scuole in due matinée, con repliche in italiano e in tedesco, nella versione "Spuren der Seele".

In occasione del Giorno della Memoria lunedì 27 gennaio alle ore 20.30 presso il Teatro Cristallo di Bolzano si svolgerà un convegno scientifico-divulgativo sul tema "Progetto T4: lo sterminio dei disabili. La psichiatria nei regimi nazista e fascista". È previsto un dibattito con lo psichiatra austriaco Hartmann Hinterhuber, autore del libro "Uccisi e dimenticati", Andreas Conca, Lorenzo Gasperi del Servizio Psichiatrico di Pergine. Contestualmente verrà presentata l'opera d'arte sulle 10 cartelle cliniche dei 10 bambini altoatesini realizzata da Thomas Simeaner, che verrà poi fatta circuitare in luoghi significativi della cultura e della formazione, in Alto Adige e non solo. La contestualizzazione storica della serata è curata dal direttore dell'Archivio Storico della Città di Bolzano Hannes Obermair. L'ingresso alla serata è gratuito ed è previsto un servizio di traduzione simultanea.

Dal 27 al 31 gennaio la Biblioteca Civica e le sue succursali offriranno al pubblico delle proposte bibliografiche sui temi dell'eugenetica con una selezione di testimonianze, saggi e romanzi per raccontare un periodo increscioso e devastante per il genere umano, certi che leggere aiuta a non dimenticare e a non ripetere gli sbagli del passato. Il 27 gennaio, nel foyer del Cristallo, sarà possibile anche prendere in prestito i libri a tema.


 

(mp)

Per ulteriori approfondimenti:

 
Impronte dell'anima (Apri l'immagine jpg, 301 Kilobyte, 800 per 536 pixel)

Impronte dell'anima

 
Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::