Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 13.04.2015 16:26
Rubrica:  [Cultura] 

Archivio Storico: riordino degli atti sulla storia della frutticoltura in Alto Adige

Documenti d'epoca (Apri l'immagine jpg, 1,402 Kilobyte, 2765 per 3503 pixel)

Documenti d'epoca

 
Storia economica del Novecento e fundraising dei giorni nostri

Presso l'Archivio Storico della Città di Bolzano è stato di recente inventariato e riordinato un importante fondo sulla storia della frutticoltura in Alto Adige. E' l'archivio dell'associazione bolzanina Wein-, Obst- und Gartenbauverein Bozen (LGV). Questa associazione, ancora oggi esistente, è stata fondata nel 1884, ma tra i suoi documenti storici si trova importante traccia anche delle istituzioni di settore che l'hanno preceduta, risalendo fino al 1839.
Il ricco fondo ora inventariato fornisce una preziosa fonte sulla storia della coltivazione della frutta, che in Alto Adige a partire dalla metà del 19° secolo si fa sempre più intensiva e professionale, costituendo un importante pilastro del settore economico primario. Oltre alle attività generali dell'associazione e ai documenti relativi alle sue filiali si documentano anche le sperimentazioni nei vivai della scuola di Bolzano e la partecipazione e realizzazione di diverse importanti mostre di settore.
I documenti evidenziano poi le relazioni internazionali dell'associazione, gli scambi con organizzazioni analoghe della Stiria e della Bassa Austria, della Germania meridionale (Baviera e Baden-Württemberg) e del nord Italia. Data l'importanza del settore della frutta in Alto Adige oggi, il riordino di questo fondo è in grado di fornire un impulso importante per ulteriori ricerche nella storia economica tirolese del 19° secolo.
Il riordino del fondo è stato voluto dall'attuale presidente Rudi Gamper che ha sostenuto finanziariamente il progetto attraverso un partenariato pubblico-privato. Il ricondizionamento e l'inventariazione del fondo sono stati fatti in modo estremamente professionale da Harald Toniatti, direttore dell'Archivio di Stato di Bolzano. Per il progetto è stato utilizzato il programma di archiviazione "Augias" fornito gratuitamente dall'Archivio provinciale di Bolzano. L'orticoltura bolzanina ha funzionato, dunque, anche come progetto pilota di archiviazione che permetterà alla città di Bolzano, adottando così le linee guida volute dalla Giunta comunale di Bolzano, di entrare nella rete archivistica provinciale. Inoltre il sistema di fundraising, qui avviato per il riordino del prezioso materiale storico, è motivo di grande soddisfazione sia per l'Assessorato comunale alla Cultura sia per il direttore dell'archivio, Hannes Obermair, che si augurano entrambi di poter proseguire con simili iniziative anche in futuro.

 

(mp)

Download:

 
Documenti d'epoca (2) (Apri l'immagine jpg, 1,011 Kilobyte, 2789 per 3497 pixel)

Documenti d'epoca (2)

Da sx Obermair, Toniatti e Gamper (Apri l'immagine jpg, 723 Kilobyte, 1936 per 1296 pixel)

Da sx Obermair, Toniatti e Gamper

 
Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::