Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 31.03.2017 09:38
Rubrica:  [Famiglia e sociale]  [Varie] 

Asili Nido: Comune e ASSB eliminano l'overbooking

Asilo Nido (Apri l'immagine jpg, 277 Kilobyte, 1936 per 1296 pixel)

Asilo Nido

 
La decisione di ripristinare la capacità ricettiva standard delle strutture migliorerà sia la qualità dei servizi di assistenza che quella lavorativa del personale preposto

La Giunta comunale di Bolzano, su proposta dell'Assessore alle Politiche Sociali Sandro Repetto, ha deciso di ripristinare la capacità ricettiva standard degli asili nido del capoluogo. Nel 2012, l'Azienda Servizi Sociali (ASSB) che gestisce tali strutture, aveva pianificato e gradualmente introdotto, sulla base di un'apposita normativa provinciale, un incremento di posti in asilo nido pari all'8,5%. L'utilizzo di tale strumento era stato allora motivato dal fatto di voler/dover incrementare la presenza dei bambini mantenendo inalterati i costi e quindi diminuendo il costo in capo a ciascun bambino.

Negli anni successivi e sino al settembre scorso, pareva improponibile un ripensamento visto il progetto provinciale di finanziamento ad ore dei servizi alla prima infanzia e quindi l'altissimo rischio di un calo delle frequenze, delle ore di presenza e conseguentemente del finanziamento da parte provinciale.

Sempre all'epoca, uno studio di fattibilità sull'introduzione dell'overbooking elaborato a cura dell'Ufficio Servizi alla Famiglia di ASSB aveva evidenziato i diversi problemi che tale strumento avrebbe comportato, non ultimo quello relativo alla qualità della relazione educatrice/bambino. Così, dalla graduale introduzione dell'overbooking ad oggi, non sono mancate le criticità, comprese quelle evidenziate dalle famiglie e dal personale educativo.

Dal 2011 ad oggi i posti in overbooking pianificati ed occupati sono stati 48; da una capacità ricettiva pari a 494 si è passati a 542 posti. Tale esperienza ha confermato quanto evidenziano studi e analisi di settore, ovvero un calo della qualità del lavoro pedagogico, maggiore stress lamentato e riferito dalle educatrici e conseguentemente minor qualità dell'interazione con i bambini.

Sulla base dell'esperienza fatta e in considerazione di quanto recentemente approvato dalla Giunta Provinciale in materia che ha deciso il mantenimento del sistema tariffario giornaliero e non quello orario per gli asili nido, la Giunta comunale di Bolzano ha deciso di procedere alla rimozione dell'overbooking per favorire un rapporto numerico più adeguato ed armonioso educatrice/bambino, per superare le criticità pedagogiche e favorire la qualità della vita dei bambini negli asili nido e la qualità del lavoro delle educatrici. In particolare si procederà con la riduzione della capacità ricettiva di 48 posti corrispondenti esattamente all'overbooking, mantenendo in questo caso inalterati i costi complessivi del servizio.
 

(mp)
Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::