Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 27.05.2019 14:16
Rubrica:  [Politica e amministrazione comunale]  [Varie] 

Giunta comunale di Bolzano. Conferenza stampa Sindaco Caramaschi

Municipio (Apri l'immagine jpg, 640 Kilobyte, 2896 per 1944 pixel)

Municipio

 
Le principali decisioni dell'esecutivo cittadino. Approvato il Daspo Urbano. Ipotesi centro unico di cottura per il futuro della ristorazione scolastica

Stamane si è riunita la Giunta comunale di Bolzano. A seguire le principali decisioni comunicate dal Sindaco Renzo Caramaschi in conferenza stampa

La Giunta stamane ha approvato alcune modifiche al Regolamento di Polizia Urbana. Si tratta del cosiddetto "Daspo Urbano" ovvero dell' ordine di allontanamento e divieto di accesso in alcune vie, piazze e parchi per quelle persone che si rendono protagoniste di tutta una serie di situazioni oggettive spesso non rientranti in comportamenti delittuosi penalmente sanzionabili, ma riconducibili a forme di malcostume che influiscono comunque negativamente sulla sicurezza urbana, intesa quale bene pubblico che afferisce alla vivibilità ed al decoro della città e che compromettono il libero utilizzo e la normale e sicura fruizione degli spazi pubblici. Tale provvedimento che dovrà ora passare al vaglio della Commissione consiliare Affari Istituzionali e quindi del Consiglio comunale, riguarderà in particolare piazza e viale della Stazione, parco della Stazione, via Renon, via Garibaldi, via Alto Adige, via Perathoner, piazza Verdi, via e parco dei Cappuccini, piazza della Vittoria e parco dei Monumento alla Vittoria e passaggio Nazim Hikmet. "Nulla di drammatico, nulla contro l'umanità oppressa o le buone persone" ha detto il Sindaco Caramaschi. "Si tratta solo del tentativo di colpire ed isolare i facinorosi che si rendono artefici di atti e comportamenti non dignitosi. Una volta approvato, la Polizia municipale potrà applicare il Daspo allontanando dalle zone individuate quelle persone che reiterano comportamenti lesivi della decenza, del decoro, della quiete e dell'igiene, o si rendono responsabili di atti di danneggiamento o comportamenti potenzialmente lesivi per l'incolumità delle persone. Entro 48 ore tale provvedimento di allontamento sarà segnalato alla Questura che a sua volta provvederà a verificarne il rispetto. A fronte di ulteriori comportamenti negativi o violenti, potrà scattare anche il provvedimento di espulsione che, lo ricordo, non è firmato dal Sindaco, ma dall'autorità di Polizia. Il Daspo Urbano è un piccolo provvedimento -ha aggiunto Caramaschi- che speriamo possa servire a migliorare la situazione".

Stamane la Giunta si è occupata di ristorazione scolastica prendendo atto dei risultati emersi da uno studio commissionato ad esperti del settore sulla situazione attuale della refezione scolastica cittadina e sull'opportunità di creare un unico centro di cottura per le strutture scolastiche di ogni ordine e grado del capoluogo. Ad oggi le scuole materne e gli asili nido sono servite da 15 mense con proprie cucine ed una produzione di circa 476.000 pasti/anno (2.750/giorno) per un costo pasto di 5,90 Euro (2,8 milioni/anno scolastico).  Per le elementari e le medie, le mense sono 21 con una una produzione di 620.000 pasti/anno (3.500/giorno) ed un costo/pasto di 6,80 Euro (i4 milioni/anno scolastico). "I risultati dello studio -ha detto il Sindaco Caramaschi-  portano a definire la scelta di realizzare un unico polo per la preparazione pasti come l'unica via auspicabile per l'amministrazione comunale per garantire la situazione attuale del servizio (qualitatiivamente molto elevato e apprezzato dall'utenza).  A seguito di un' approfondita analisi degli aspetti economico gestionali della situazione attuale, sia nel caso della gestione diretta a mezzo di personale interno dell'amministrazione (scuole materne), che nel caso della gestione con servizio appaltato a ditta esterna (scuole elementari, medie e superiori-Kunter) integrata con i costi previsionali di ristrutturazione delle cucine esistenti, è stato evidenziato con chiarezza quanto sia necessario, ma soprattutto economicamente conveniente (con un risparmio di circa 3 milioni di Euro l'anno rispetto ai costi attuali) accorpare in un unico punto la produzione dei pasti scolastici. "Un unico centro  di cottura per la ristorazione scolastica - ha detto il Sindaco potrebbe essere la soluzione anche all'evidente difficoltà del Comune di poter garantire in futuro, per le scuole dell'infanzia, la gestione diretta con personale interno all'amministrazione con profili professionali non più reperibili sul mercato". La realizzazione di un centro di cottura unico per il Comune di Bolzano, richiederebbe circa un ettaro di disponibilità di terreno per l'installazione delle infrastrutture ed un costo di circa 25-30 milioni di Euro ammortizzabili in circa dieci anni. Spazio in questo momento non disponibile sul territorio comunale. "Se procederemo in questa direzione dovremo cercare un'area idonea nei comuni limitrofi, comunque vicino alla città in modo tale da poter garantire la rapidità nel trasferimento dei pasti".  

La Giunta stamane ha autorizzato la stipula di un' integrazione al contratto di concessione come parcheggio per motorini in zona sportiva Talvera. Autorizzato il trasferimento del vincolo di pertinenzialità di un garage interrato, ubicato nel parcheggio sotterraneo residenziale "Park San Vigilio" . Vi libera anche alla stipula di un contratto di sublocazione con l'associazione "La Vispa Teresa" per l'utilizzo di un''immobile sito in via Alessandria 47/b quale sede del centro di sviluppo di comunità.

Deliberati i contributi ordinari e straordinari per l'anno 2019 all'Azienda di Soggiorno e Turismo, ovvero 322.000 e 110.200 Euro. Erogati contributi alle biblioteche cittadine private di interesse pubblico per l' anno 2019 (88.375 Euro). Nel settore assistenza deliberati contributi alle associazioni per attività ordinaria (92.000 Euro complessivi di cui 71.200 per il 2019 e 20.800 Euro per il 2020).
Per l'area infanzia concessi contributi a: associazione La Strada-Der Weg per la realizzazione del progetto "Germoglio - Sonnenschein". (5.000 Euro) e per la realizzazione del progetto "Giustizia Riparativa". (5.000 Euro). Per il settore assistenza deliberati
contributi all'Associazione Altoatesina Nefropatici per il pranzo e la gita sociale dei pazienti in trattamento di dialisi e trapianto" (1.000 Euro); all'associazione Banco Alimentare del Trentino Alto Adige per il progetto "Siticibo" (30.000 Euro); alla cooperativa sociale "Gliamicidisari" per la realizzazione del progetto "Di te mi fido" (7.000 Euro); all'associazione "Kinderherz-Cuore di Bimbo" per l'attività motoria presso l'ospedale (2.000 Euro) e per una campagna di sensibilizzazione (assistenza grafica - 1.000 Euro); alla Società di San Vincenzo de Paoli per la "Distribuzione Alimenti" (11.000 Euro); all'associazione Volontarius per la realizzazione della "Festa dei Popoli" (4.000 Euro); all'associazione Cittadinanzattiva Alto Adige per lo "Sportello Tribunale del Malato" (1.500 Euro); alla Soc. Pedagogia "Waldorf Bozano" per la realizzazione del progetto "Demenza digitale" (1.000 Euro); alla Croce Rossa Italiana - Comitato Alto Adige onlus per investimenti (3.000 Euro); all'associazione caritativa "Santo Stefano" per investimenti - (1.000 Euro).

Approvato dalla Giunta comunale il bilancio consuntivo 2018 della Fondazione "Gustav Mahler - Musica e Gioventù" e deliberati contributi ad associazioni culturali per l'anno 2019 (8.500 Euro). Autorizzato l'aggiornamento dell'accordo di collaborazione con la Fondazione Museion per il "Museion Passage 2019" (12.000 Euro). Designati i componenti del consiglio di amministrazione della Fondazione "Anton Paulmichl". Si tratta di: Elisabeth Spergser, Arabella Martinelli, Antonio Marinello e Barbara Fingerle.

Affidati alla Seab i lavori di messa in sicurezza dell'autosilo "Bolzano Centro" in via Mayr Nusser.per una spesa complessiva di 161.650 Euro. Affidato l'incarico di direzione lavori per l'intervento di ristrutturazione dell' Istituto Musicale in lingua tedesca e ladina in via Francescani (spesa 111.467 Euro).

(mp)
Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::