Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 02.07.2019 16:40
Rubrica:  [Politica e amministrazione comunale] 

Giunta comunale:conferenza stampa Sindaco Caramaschi e vice Sindaco Walcher

Municipio (Apri l'immagine jpg, 640 Kilobyte, 2896 per 1944 pixel)

Municipio

 
Le prinicipali decisioni dell'esecutivo cittadino

Eccezionalmente di martedì, stamane si è riunita in Municipio la Giunta comunale di Bolzano. Queste le principali decisioni comunicate in conferenza stampa dal Sindaco Renzo Caramaschi e dal Vice Luis Walcher.

La Giunta ha autorizzato il ricorso in appello dinanzi al Consiglio di Stato avverso la sentenza n. 13/2019 del TAR di Bolzano pubblicata il 22.01.2019. che ha "accolto parzialmente un ricorso avverso ad un provvedimento comunale di revoca del primo atto di avvio della variante al PUC comportante la rinuncia di una particella fondiaria a Gries a scopi pubblicistici". Per quanto riguarda il settore "Relazioni internazionali e cooperazione allo sviluppo" concesso un contributo all'associazione "Medici dell'Alto Adige per il mondo" per l'acquisto apparecchiatura diagnostica e strumentale per l'ospedale di Attat in Etiopia" (18.000 Euro) e un contributo al Gruppo Missionario "Regina Pacis" per investimenti in Tanzania (16.000 Euro). Autorizzato il trasferimento del vincolo di pertinenzialità di un garage interrato del parcheggio sotterraneo residenziale "Park Aurora" . Nell'ambito dei lavori di rifacimento di corso Liberta' nel tratto tra piazza Mazzini e piazza Vittoria, definito un' accordo con "Alperia Fiber" che stabilisce di unificare il progetto d'intervento infrastrutturale della stessa Alperia Fiber con i lavori previsti dal Comune e poter procedere così con un unica gara di appalto e un'unica direzione lavori. Approvata la spesa per la progettazione della manutenzione straordinaria di ponte "Isarco" a Cardano (59.303 Euro). Approvata una proposta di modifica al piano paesaggistico e urbanistico per la trasformazione da bosco in zona di verde agricolo e zona con tutela degli insiemi di un'area in via S.Genesio. E' stata parzialmente revocata una delibera della Giunta municipale (nr. 909 del 23.12.2014 ) relativa alla trasformazione da "zona per opere ed impianti pubblici" a "zona residenziale di completamento B3" in via Principe Eugenio di Savoia.

Per il settore "Tempo Libero" per l'attività promossa nell'ambito di Estate Ragazzi/Bambini 2019 concessi contributi a: La Strada con attività nella scuola elementare "S.Filippo Neri" (11.500 Euro); Fondazione Upad nella scuola elementare "Don Milani" (2.400 Euro); "Learning Center" nella scuola elementare "Tambosi" (3.500 Euro); cooperativa sociale Coccinella nella scuola dell'infanzia "Bambi" (16.500 Euro); consorzio Agci nella scuola dell'infanzia "La Fiaba" e scuola elementare "Manzoni" (30.500 Euro); alla cooperativa sociale Casa Bimbo Tagesmutter nella scuola dell'infanzia "Casa del Bosco" (6.000 Euro); associazione Uisp nella scuola elementare "Don Bosco" (5.000 Euro); associazione Arciragazzi nella scuola elementare e scuola media "Longon" (16.500 Euro); cooperativa sociale Xenia nella scuola dell'infanzia "Raggio di Sole" (22.000 Euro) e nella scuola elementare "Pestalozzi" (6.500 Euro). Sempre nel settore "Tempo Libero" concessi contributi al "Club della Visitazione" per la proiezione di film d'epoca (1.000 Euro); all'associazione micologica "Bresadola" per l' attivita' ordinaria (1.000 Euro); all' associazione anziani "Terza Eta'" per investimenti (1.700 Euro). Per il settore "Cultura" approvato contributo Societa' Dante Alighieri per le iniziative in occasione dei 100 anni di fondazione (3.000 Euro). Contributi anche a: associazione La Follia Nuova per l'iniziativa "Prisma: arte multiforme" (1.000 Euro); al "Centro di Cultura dell'Alto Adige" per i sessant'anni di vita della rivista "Il Cristallo" (2.000 Euro); all'associazione culturale "Kulturverein Rentsch" per la realizzazione di varie conferenze nel corso del 2019 (700 Euro);al CAI di Bolzano, per la mostra "Gasherbrum iv - 1958 - verso la montagna di luce" (3.000 Euro); all' ARCI per l'iniziativa "25 aprile Festa Popolare" (3.000 Euro).

La Giunta ha autorizzato l'Ufficio comunale al Patrimonio ad attivare una trattativa privata per l'affidamento in locazione a titolo oneroso di alcuni locali comunali in via Resia come show room per l'esposizione di articoli di arredamento venduti prevalentemente attraverso piattaforme online. Proseguono le iniziative nell'ambito del gemellaggio con la citta' tedesca di Erlangen. Lunedì 8 luglio è prevista a Bolzano una tappa della manifestazione "Cicloturismo per la Pace 2019" con partenza da Erlangen e arrivo dopo alcune tappe a Vumiana (TO).

Per le difficoltà insorte nel reperire locali idonei allo scopo, la Giunta comunale ha deciso di rinunciare all'adesione al Sistema Nazionale di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati (SPRAR) per la categoria dei minori stranieri non accompagnati per un numero complessivo di 20 posti. Nel contempo il Sindaco ha annunciato di voler ridefinire, allargandoli, i numeri per l'ospitalità di donne migranti in difficoltà con minori presso la residenza "Conte Forni" di via Renon. Rimane inoltre l'impegno della Giunta ad individuare sul mercato un edificio che possa fare al caso in questione, essendo per altro i termini di adesione allo SPRAR non perentori. "Si tratterebbe di aggiungere a quelli che già ospitiamo, una ventina di minori con un contributo annuale del Ministero sull'affitto dei locali necessari allo scopo di circa 70.000 Euro" ha detto il Sindaco. "Cifra comunque insufficiente a Bolzano per affittare un'itero edificio da adibire a questo servizio".

La Giunta si è occupata delle strutture residenziali per anziani e delle prospettivi nel medio e lungo termine. Da un lato le preoccupazioni espresse anche pubblicamente dall'associazione "Residenze per anziani dell'Alto Adige" circa la carenza di posti letto per anziani soprattutto nei centri cittadini e le possibili ripercussioni sulle strutture periferiche che sarebbero chiamate a compensare tali carenze, dall'altro la necessità di di avviare un serrato programma di adeguamento e ristrutturazione delle strutture esistenti per evitare che, nel giro di pochi anni, le stesse non riescano più ad offrire uno standard assistenziale adeguato ai criteri, provinciali di accreditamento. Il Comune di Bolzano ha quindi ritenuto di analizzare la situazione, sia in un'ottica globale, che alla luce del trend decennale. Attualmente in città vi sono 793 posti letto: 426 gestiti da ASSB nelle strutture Don Bosco (167), Villa Armonia (87), Villa Serena (76), Villa Europa (96); 157 in strutture private convenzionate: La Roggia (38), Santa Maria (59), Grieserhof (60) e 210 in altre strutture: Casa S.Vincenzo (62), Centro Ciechi S.Raffaele (32) e Firmian (116). Il piano di sviluppo prevede nel lungo termine l'incremento potenziale di 262 posti in diverse strutture: Waldner (80), Santa Maria (12 in fase di contrattazione); Melitta (Alzheimer) a medio termine (potenziali 40), Via Roggia a lungo termine (potenziali 30) e Rosenbach a lungo termine (potenziali 100). Per rispondere alle diverse esigenze è necessario sia dare corso all'avvio della realizzazione di nuove strutture che alla riqualificazione di quelle già esistenti. Tutto ciò sarà oggetto di approfondimenti con il competente assessorato provinciale. Il Sindaco ha inoltre ricordato il prossimo avvio (autunno 2019) del progetto "Abitare Sicuri" che coinvolgerà 27 alloggi comunali per anziani che saranno dotati di apposita strumentazione anche domotica per l'assistenza, il controllo e la sicurezza degli anziani nel loro domicilio. Entro l'anno analogo servizio sarà offerto e messo a disposizione (a pagamento) da Alperia anche sul mercato privato con il contratto di fornitura dell'energia elettrica.

Il Sindaco Renzo Caramaschi. rispondendo alle domande dei giornalisti rispetto ad una sua possibile ricandidatura alle prossime elezioni amministrative del 2020, ha sottolineato di non aver posto ultimatum alle forze politiche rispetto ad un eventuale appoggio sino d'ora alla stessa candidatura. "Bisogna ragionare sul programma, che poi non può che basarsi sulla continuità del lavoro fatto fin qui. In questi 3 anni abbiamo lavorato alacremente e dato uno scossone a questa città trovando finanziamenti per le varie opere senza accendere mutui, ma mantenendo inalterata ed dunque elevata la qualità dei servizi offerti. Basta vedere i cantieri di opere pubbliche aperti nel capoluogo. Qualcuno si lamenta per questo, a qualcun altro danno fastidio, ma a lavori ultimati avremo una città più bella e più vivibile. Da parte mia, ripeto, non ci sono ultimatum. Un sindaco uscente, come ovvio che sia, si confronterà con i partiti della coalizione e poi si vedrà. Ora è troppo presto. A settembre-ottobre, sulla base delle diverse valutazioni e del programma, si valuterà se e come procedere. Non è un mio obiettivo fare il Sindaco a vita. Per quanto mi riguarda, ci metto impegno, passione e disponibilità. Se ci saranno le premesse politiche per continuare bene, altrimenti per quanto mi riguarda, farò dell'altro.

Il Sindaco Caramaschi ha quindi commentato la notizia relativa del finto stupro della ragazzina quindicenne dello scorso maggio sulla ciclabile del lungo Talvera. "Viviamo in una società purtroppo intrisa di violenza. Certe notizie, vere o false che siano, scatenano altrettanta violenza verbale, maleducata. Per fortuna - ha detto il SIndaco- le forze dell'ordine e gli inquirenti, con l'aiuto degli psicologi sono giunti, non senza fatica, alla verità. Non è che sia sollevato, perché sono profondamente addolorato per i genitori e per la stessa ragazzina che ha messo in subbuglio e sconvolto un'intera città. Purtroppo questo è il mondo di oggi, dove imperversano le fake news e dove si può dire tutto e il contrario di tutto. Quindi, se da un lato sono contento perché la nostra Città non è come alcuni l'hanno dipinta e descritta dopo il fatto, dall'altro rimane il profondo dispiacere per la famiglia e per la giovane protagonista della vicenda. Ci vuole più cultura, più moderazione , più approfondimento: nella tolleranza credo si ragioni meglio. Dalla violenza verbale, che è frutto dell'ignoranza, si passa alla violenza vera o all'invenzione. Questo è grave e mi dispiace". 
  

(mp)
Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::