Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 17.01.2020 10:59
Rubrica:  [Cultura]  [Manifestazioni ed eventi]  [Varie] 

Presentate le iniziative per il Giorno della Memoria 2020

La presentazione degli eventi dedicati al Giorno della Memoria (Apri l'immagine jpg, 1,176 Kilobyte, 2082 per 1459 pixel)

La presentazione degli eventi dedicati al Giorno della Memoria

 
Per il Sindaco Caramaschi, non dimenticare deve essere un impegno morale, etico, politico e sociale di tutte le componenti democratiche della società

Anche quest'anno, in occasione del Giorno della Memoria (27/01) la Città di Bolzano, oltre alle consuete Cerimonie  in ricordo delle vittime dell'Olocausto, promuove numerose iniziative di carattere culturale ed eventi vari che, alla presenza del Sindaco del capoluogo Renzo Caramaschi e dei numerosi rappresentanti degli enti e delle associazioni culturali coinvolte nell'organizzazione degli stessi, sono stati ufficialmente presentati ed illustrati stamane nel corso di una conferenza stampa in municipio.

Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell'Olocausto. È stato così designato dal'Assemblea generale delle Nazioni Unite perché in quel giorno del 1945 le truppe dell'Armata Rossa, impegnate nella offensiva Vistola-Oder in direzione della Germania, liberarono il campo di concentramento di Auschwitz.

Il Sindaco di Bolzano Renzo Caramaschi ha sottolineato che: "Non dimenticare è un impegno morale, etico, politico e sociale di tutte le componenti democratiche della società. C'è bisogno di coesione sociale per combattere preoccupanti fenomeni di rigurgito nazionalsocialista e fascista che interessano anche il nostro Paese. La Giornata della Memoria è un momento di riflessione, di meditazione e di rispetto per quanti hanno pagato con la vita la follia nazi-fascista. Bolzano, con il Lager di via Resia è stata colpita in prima persona direttamente e molto duramente. Dobbiamo perciò assumere tutte quelle iniziative, soprattutto con i giovani, per combattere ogni forma di razzismo e antisemitismo perché non fanno parte della civiltà umana. Mi auguro che nel suo progredire l'uomo stesso abbia, accanto alle affermazioni tecnologiche, anche una capacità "filosofica" di capire se stesso nella sua essenza e di rispettarla."'

Bolzano nelle prossime settimane sarà protagonista di un vero e proprio percorso culturale nel quale affrontate tematiche importanti e diverse legate alla Shoah. La cerimonia ufficiale sarà promossa dal Comune  nella giornata di lunedì 27 gennaio  prevede alle ore 10.15 la deposizione di corone in via Resia 80, dove aveva sede il Lager di Bolzano, in memoria dei deportati del Lager e dei Sinti vittime dell'Olocausto; alle ore 11.00 la deposizione di una corona al Monumento dedicato agli Ebrei della Regione, presso il Cimitero Ebraico di Oltrisarco con la preghiera di un rappresentante della Comunità Ebraica; alle ore 11.15 la deposizione di una corona al Monumento di Manlio Longon presso il Cimitero Maggiore di Oltrisarco; ultima tappa in via Pacinotti presso il Monumento alla Deportazione alle ore 11.45. Presso ogni tappa i ragazzi del Centro giovanile Villa delle Rose, che hanno vissuto l'esperienza del Treno della Memoria, interverranno con brevi letture e musiche.

La Ripartizione Cultura del Comune di Bolzano approfondisce il tema con diverse iniziative. L'"Oggetto del Mese" dell'Archivio Storico del Comune di Bolzano (fino al 31.01. - Infopoint Archivio Storico) espone una tuta originale di un deportato di recente sottoposta a restauro; oltre a ciò saranno caricati sul sito dell'Archivio Storico i diari di Loris Musy digitalizzati e legibbili a tutti. In Biblioteca Civica una serie di conferenze interessanti legate a novità editoriali: la presentazione libro "Alessandro Canestrari: gli affetti, la resistenza, la politica" presentazione del libro di Fiorenza Canestrari sulla figura del padre Alessandro, deportato nel Campo di Bolzano (22.01. ore 18); a cura di ANPI Bolzano, la presentazione di "Il Lager di Bolzano: dall'oblio alla memoria viva" 3° ristampa del Quaderno della Memoria n.1 dedicato al Lager di Bolzano (2001. ore 18); "Salonicco 1943: agonia e morte della Gerusalemme dei Balcani" è invece il libro di Nico Pirozzi che narra la vicenda di Lucillo Merci, bolzanino che a Salonicco nel 1942 e 1943 ha salvato centinaia di vite umane (19.02, ore 18).

L'Azienda di Soggiorno ha organizzato per gli interessati visite guidate ai luoghi di Bolzano legati al tema della deportazione; alle ore 10.30 è prevista una visita guidata alle Pietre d'Inciampo, in ricordo delle persone e delle famiglie vittime della persecuzione, deportazione e assassinio nazifascisti, mentre dalle ore 14 alle 17, ogni 30 minuti al Muro del Lager in via Resia e i monumenti presso la Chiesa di San Pio X, al muro della Lancia e i suoi morti e ad Oltrisarco e il Parco Mignone (27.01). Sempre nello stesso giorno nel foyer dell'Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano si potrà ascoltare la lettura interpretata da Sandra Passarello di alcuni brani estratti dal diario e dalle lettere di Etty Hillesum con l'ccompagnamento musicale al pianoforte di Michael Lösch. Si tratta di un riadattamento più raccolto e intimo dello spettacolo che verrà proposto al Teatro Cristallo.

ANPI propone ancora due progetti tra cinema e teatro; il primo in collaborazione con Biblioteca Claudia Augusta al Centro Trevi è la proiezione del film "Resistenza Widerstand" con la regia di Franz Oberkofler e la consulenza Storica di Leopold Steurer Carlo Romeo (27.01, ore 18); il secondo dal titolo "L'istruttoria" è uno spettacolo teatrale di Peter Weiss con la regia di Flora Sarrubbo che si terrà all'Università di Bolzano (1.02, ore 17).
Il Centro per la Pace propone al Teatro di Gries lo spettacolo teatrale "Il ghetto di Varsavia visto attraverso gli occhi di un bambino" (29.01. ore 20.30).
Lo spettacolo è anche inserito nel percorso del Remember Festival, organizzato dal Centro Giovani Villa delle Rose e La Strada Der Weg che propone una 3 giorni di incontri tematici tra cui un concerto nel Bunker dell'ITC Battisti (28.01. ore 10.00), l'incontro con Matteo Marani di Sky Sport per la narrazione della vita di Arpad Weisz (29.01. Liceo Scientifico Toniolo).

Tre eventi in programma al Teatro Cristallo di Bolzano, di cui il primo con una grande protagonista del teatro contemporaneo come Lella Costa, che mette in scena "Se non posso ballare..." spettacolo ispirato a "Il catalogo delle donne valorose" di Serena Dandini per la regia di Serena Sinigaglia: un fiume inarrestabile di storie e di gesta e fra di esse si fanno largo donne emblematiche nella storia della Shoah come Hannah Arendt, Anna Frank ed Edith Stein. Il secondo è una mostra fotografica "Present traces of a Past Existence: a photographic research" di Lucrezia Zanardi che rintraccia, attraverso la rielaborazione di materiale d'archivio e documentazione fotografica odierna, i luoghi e le percezioni descritte da Etty Hillesum nei suoi diari (27.11, ore 18). La rassegna della memoria al Cristallo si conclude con il "Diario 1941-1943 Ester (Etty) Hillesum", un reading teatrale a cura di Sandra Passarello, con musiche dal vivo a cura del pianista Michael Loesch (30.01, ore 21)

Al Filmclub è prevista la proiezione di "Chi scriverà la nostra storia" che racconta le vicende di Emanuel Ringelblum con testimonianze rare dall'archivio di Oyneg Shabes (30.01 ore 20.30), mentre è programmata per le scuole la proiezione del film "Anne Frank. Vite Parallele" (27.01, ore 10.30)

Presso la Circoscrizione Europa Novacella sarà organizzata una serata di approfondimento con lo storico Giorgio Mezzalira, Ubaldo Bacchiega e Andreas Unterkircher dell'Associazione Centaurus (30.01).

In Sala di Rappresentanza la conferenza con dibattito pubblico organizzata dall'Associazione Nevodrom approfondisce la persecuzione di Sinti e Rom (25.01 tra le ore 9 e le ore 13).

Per il Club Soroptimist di Bolzano sarà la storica Rosanna Pruccoli ad affrontare il tema con una conferenza presso il Centro Trevi intitolata " Imprenditori, medici, intellettuali, scrittori ebrei a Merano, 1832-1914 .Una passeggiata per immagini (29.01. ore 18).

Il FAI organizza una visita guidata con Carla Giacomozzi al Passaggio della Memoria dal titolo "Per non dimenticare" (5.02, ore 15).

 

(mp)

Download:

 
Tante le iniziative in programma (Apri l'immagine jpg, 1,144 Kilobyte, 2208 per 1237 pixel)

Tante le iniziative in programma

Chi scriverà la nostra storia (Apri l'immagine jpg, 109 Kilobyte, 1200 per 800 pixel)

Chi scriverà la nostra storia

Anne Frank Vite parallele (Apri l'immagine jpg, 11 Kilobyte, 275 per 183 pixel)

Anne Frank Vite parallele

Appuntamento (Apri l'immagine jpg, 93 Kilobyte, 604 per 848 pixel)

Appuntamento

 
Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::