Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 05.03.2021 14:59
Rubrica:  [Cultura]  [Varie] 

Oggetto del Mese

Oggetto del Mese (Apri l'immagine , 1,371 Kilobyte, 3389 per 1257 pixel)

Oggetto del Mese

 
In occasione della Festa della Donna - Nota dell'Assessora alla Cultura Chiara Rabini

"In qualità di Assessora alla cultura mi fa piacere condividere con le cittadine ed i cittadini di Bolzano, in particolare in occasione della FESTA DELLA DONNA, due storie importanti legate alla nostra città, entrambe riguardanti grandi figure femminili del passato, più o meno recente. Una storia riguarda la restauratrice veneziana Gabriella Serra di Cassano, che nel 2018, all'età di 93 anni venne a mancare a Bolzano, luogo in cui aveva scelto di vivere da molti decenni prima. Un anno prima della morte decise di regalare alla città, precisamente al Museo civico, il ritratto che il pittore Ulderico Giovacchini (Firenze 1890 - Bolzano 1965) le aveva fatto nel 1955. Gabriella Serra lavorò come restauratrice su incarico dei Beni culturali dalla fine degli anni Sessanta: fu la prima donna in assoluto in Alto Adige. La dedizione all'arte e al suo lavoro ne fecero un grande esempio di donna. Il suo bel ritratto sarà esposto al Museo civico e accoglierà il pubblico, appena sarà possibile aprire le sale. L'altra storia, questa volta raccontata dall'Archivio storico di Bolzano, riguarda l'associazione femminile Frauenverein, che dal 1848, in via della Roggia a Bolzano, si occupò dell'educazione di ragazze in stato di bisogno, dando assistenza materiale e morale a ragazze in età scolare, che in parte venivano affidate a contadini o ad altre famiglie come donne di servizio. L'attività dell'associazione proseguì fino al 1939, data del suo scioglimento. Il Frauenverein ebbe sede in via della Roggia fino al 1903, per poi trasferirsi in via Castel Roncolo, dove si trova tuttora il collegio studentesco Elisabethinum. Queste due interessanti storie sono state scelte dall'Assessorato alla cultura per valorizzare il ruolo della donna nella società e nella cultura. Proprio in occasione di una giornata importante come l'8 marzo, l'esempio di vita di queste donne coraggiose vuole essere un incoraggiamento a tutte le donne, nelle loro vite e professioni e dimostra come la donna abbia avuto un ruolo fondamentale nella storia culturale dell'Alto Adige attraverso i secoli".

Chiara Rabini
Assessora alla Cultura, all'Ambiente, alle Politiche d'integrazione e alle Pari Opportunità

(mp)

Download:

Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::