Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 04.07.2012 15:37
Rubrica:  [Politica e amministrazione comunale]  [Varie] 

Si è spento Giorgio Pasquali. Fu sindaco di Bolzano dal 1957 al 1968

L'ing. Giorgio Pasquali. Fu sindaco a Bolzano tra il '57 ed il '68 (Apri l'immagine jpg, 92 Kilobyte, 576 per 821 pixel)

L'ing. Giorgio Pasquali. Fu sindaco a Bolzano tra il '57 ed il '68

 
Camera ardente in Sala di Rappresentanza del Municipio. Il ricordo del sindaco Luigi Spagnolli.

Si è spento stamane a Bolzano all'età di 87 anni,  l'ing. Giorgio Pasquali, padre dell'assessore all'Urbanistica del Comune Maria Chiara. Fu sindaco del capoluogo altoatesino tra il 1957 ed il 1968.  Dalla tarda mattinata di domani giovedì 5 luglio sarà allestita in Sala di Rappresentanza del Municipio in vicolo Gumer,  la camera ardente. I funerali si terranno nella mattinata di venerdì 6 luglio. 

A seguire il ricordo di Giorgio Pasquali nelle parole del sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli

"Giorgio Pasquali è andato avanti, portando con sé la memoria degli anni formidabili del dopoguerra bolzanino, memoria che ha doviziosamente trasmesso ai concittadini di oggi nelle tante occasioni che la sua vita intensa ci ha regalato.
Quando divenne Sindaco, nel '57, Bolzano stava vivendo il trapasso tra l'euforia postbellica, nella quale ognuno era felice semplicemente in quanto ancora vivo, e la fase della contrapposizione etnica culminata con le notti dei fuochi degli anni '60.
Il giovane Sindaco Pasquali, a cui le origini padane conferivano una saggezza inconsueta per l'età, seppe gestire con equilibrio l'eredità di Lino Ziller, il Sindaco della ricostruzione, sopperendo con il suo italiano sempre chiaro ed esplicito al bilinguismo del predecessore.
Il punto forte di Giorgio fu sempre la nitidezza del pensiero e la capacità di esprimersi in modo semplice e comprensibile a tutti. La formazione ingegneristica gli aveva dato il dono della sintesi: ma era il suo essere persona seria che gli diede il riconoscimento ed il consenso di generazioni di altoatesini, prima in Comune, poi in Provincia ed infine nella libera professione.
Innumerevoli sono le tracce che Giorgio ci ha lasciato, vuoi a seguito dell'attuazione delle sue visioni politiche, vuoi con le realizzazioni ingegneristiche, vuoi con gli innumerevoli messaggi positivi che ha tramandato nei diverso ruoli che ha rivestito nella nostra comunità. Giorgio Pasquali è stato un campione del rispetto per i diversi, che è il fondamento della convivenza: sempre serio, sereno e propositivo, ha avuto la stima di tutti i partner e di tutti gli avversari politici. Ha anche lasciato alla città un'eredità pesante,rappresentata dai tre figli Chiara, Federico e Francesca, professionisti affermati ed impegnati, che ne portano avanti le mission.
Ieri sono passato a salutarlo, nella stanzetta della Santa Maria: aveva letto il giornale, abbiamo conversato qualche minuto su crisi, banche e media e quando ci siamo lasciati mi ha detto:  "Tieni duro, Sindaco".
Non mancherò, caro Giorgio, vecchio galantuomo: e Tu, da lassù, guarda in basso, ogni tanto".

Luigi Spagnolli
 

 

 

(mp)
Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::