Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

Tempi della scuola

Logo "Tempi della scuola" (Apri l'immagine jpg, 57 Kilobyte, 458 per 399 pixel)

 

Il progetto "I tempi della scuola" è nato alla fine del 2001 per sperimentare ed attuare alcune azioni dirette a migliorare gli orari scolastici.
L'obiettivo del progetto è quello di introdurre elementi di flessibilità negli orari delle scuole, in modo da venire incontro ai bisogni delle famiglie (orari family friendly), mettendo in primo piano anche il tema della qualità del tempo dei bambini e le esigenze pedagogiche dell'insegnamento.
I progetti avviati a partire dal 2002 sono nati dalla collaborazione di diversi enti ed uffici, tra cui l'Intendenza scolastica, gli uffici comunali competenti, le direzioni degli Istituti comprensivi, e hanno riguardato i seguenti ambiti:

  • accoglienza di primo mattino,
  • gestione del tempo di interscuola,
  • banca del tempo nella scuola,
  • indagine "Tempometro" sui tempi dei bambini e delle bambine,
  • analisi degli orari scolastici
  • gestione del tempo mensa ed organizzazione di attività pomeridiane extra-scolastiche.

Accoglienza di primo mattino

La presenza di appositi spazi di accoglienza, in cui gli alunni possano intrattenersi prima dell'inizio delle lezioni, permette di agire sulla naturale rigidità degli orari scolastici dovuta ai vincoli della didattica.
Negli spazi attrezzati all'interno delle scuole gli alunni possono intrattenersi, socializzare, svolgere diverse attività o anche soltanto sedersi e riposare in un ambiente accogliente e protetto, in attesa dell'inizio delle lezioni o al termine delle stesse.
All'inizio dell'anno scolastico 2004/05 è stato sperimentato lo spazio di accoglienza nella scuola elementare Don Milani, che rappresenta il primo modello seguito negli anni successivi da altre scuole elementari di Bolzano.

Gestione del tempo di interscuola

La programmazione di interventi di animazione durante il tempo di interscuola offre agli studenti la possibilità di trascorrere in maniera piacevole e divertente questo momento ricreativo, prima dell'inizio delle attività pomeridiane. Inoltre, possono essere affrontate eventuali problematiche che sorgono in ambito scolastico grazie all'intervento di educatori.
A partire dall'anno scolastico 2002/03 sono stati attivati due progetti: uno nella scuola media Ada Negri, con il coinvolgimento dei centri giovanili del quartiere, e l'altro nella scuola elementare Goethe, attraverso la realizzazione di interventi di pausa attiva da parte dell'associazione VKE. Successivamente sono stati organizzati progetti simili anche nell'Istituto comprensivo Bolzano V - Gries 1, nelle scuole Longon ed Archimede.
Attualmente il progetto è diffuso nella maggior parte delle scuole della città.

Banca del tempo nella scuola

Nella scuola media E. Fermi è stata sperimentata, nel corso dell'anno scolastico 2003/04, una banca del tempo, cioè una rete di scambio gestita direttamente dagli studenti con la possibilità di scambiare tra loro (e/o con insegnanti e genitori) il proprio tempo, valorizzando in tal modo le proprie capacità e la propria creatività.
Il progetto è stato promosso e sostenuto da un gruppo di lavoro composto da docenti e funzionari comunali e integrato dalla presenza di due consulenti esterni, la prof.ssa Marta Russo e la dott.ssa Maria Teresa Vacatello di Genova. Attualmente il progetto viene presentato alle scuole che ne fanno richiesta.
Con l'anno scolastico 2014/2015 è stato avviato un progetto sperimentale di banca del tempo nella scuola media Archimede attraverso l'organizzazione di un laboratorio di doposcuola.

Indagine "Tempometro" sui tempi del bambino/ragazzo

Nel corso del 2003 è stato effettuato, in collaborazione con l'Università di Bolzano - Facoltà di Scienze della Formazione, un progetto di ricerca sul tempo libero dei bambini denominato "Tempometro".
La ricerca, che ha coinvolto circa 250 studenti delle scuole elementari A. Manzoni e medie U. Foscolo in lingua italiana, e delle scuole elementari J. H. Pestalozzi e A. Schweitzer in lingua tedesca, ha posto come obiettivo quello di rilevare la qualità del tempo dei ragazzi in età pre-adolescenziale, mettendo così le basi per l'elaborazione di un progetto mirato di qualificazione del tempo scolastico ed extrascolastico.

Analisi degli orari scolastici

Il Comune di Bolzano svolge periodicamente il monitoraggio degli orari scolastici, al fine di offrire un valido supporto a tutte le scuole che intendono migliorare gli orari di entrata ed uscita per agevolare gli studenti, le loro famiglie e anche la mobilità cittadina. Le scuole hanno la possibilità quindi di essere assistite nell'elaborazione di eventuali indagini ed inchieste, nella raccolta di esperienze di altre scuole e nell'organizzazione di appositi workshop sul tema.
Il cambiamento degli orari è sostenuto soprattutto all'interno del medesimo quartiere e negli stessi plessi scolastici, dove una desincronizzazione degli ingressi al mattino produce effetti positivi sul traffico e può coordinarsi con il servizio di accoglienza.
Nel mese di aprile del 2004 è stato organizzazione a Bolzano un convegno internazionale dal titolo  "Tempi dei bambini, Tempi della scuola", in cui sono stati presentati i progetti avviati e confrontati insieme ad altre esperienze realizzate in altre città italiane ed europee.

Gestione del tempo mensa ed organizzazione di attività pomeridiane extra-scolastiche

In questi ultimi anni si sono diffuse le offerte di attività in orario extra-scolastico all'interno della scuola offrendo ai ragazzi il servizio mensa anche nei giorni senza rientro pomeridiano.
Nella maggior parte delle scuole della città, infatti, con la collaborazione dell'Ufficio Tempi della Città, e dell'Ufficio Scuola e del Tempo Libero e anche grazie ai finanziamenti provinciali (L.P. 7/74, art. 16bis), si sono organizzate attività ricreative e di doposcuola rivolte alle/i alunne/i per favorire i tempi delle famiglie, in modo particolare per permettere alle famiglie di dedicarsi contemporaneamente, senza stress, agli impegni famigliari educativi e al lavoro.
Questi progetti permettono inoltre di limitare le iscrizioni alla scuola a tempo pieno consentendo comunque la possibilità di prolungare l'orario scolastico nei giorni senza il rientro pomeridiano.

Torna ad inizio pagina
Città di Bolzano - vicolo Gumer 7 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - PEC: bz@legalmail.it ::