L'intervento di Paolo Ghezzi