Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

LA MORTE DEL PROSSIMO. La solitudine del cittadino globale

Libera Università di Bolzano - Aula Magna, piazza Università 1

14.04.2011

Il grande psicanalista junghiano Luigi Zoja, intervistato da Claudio Fabbrici, ci spiega come mai siamo precipitati nel nostro individualismo e quali sono le conseguenze psicologiche, etiche, politiche, di questa situazione. Ore 18, ingresso libero

Manifesto dell'incontro con Zoja (Apri l'immagine jpg, 142 Kilobyte, 566 per 800 pixel)
 

Organizzazione ed info:
Centro per la Pace del Comune di Bolzano 

E dopo la conferenza, alle 19.30...
GLOBAL VILLAGE 2011 La festa della multiculturalità alla Libera Università di Bolzano!

L'incontro con Luigi Zoja si inserisce all'interno della tradizionale giornata degli studenti universitari della LUB, organizzata dall'associazione AIESEC, e denominata "Global Village" dove si fa emergere il potenziale pluriculturale e plurilinguistico presente nell'ateneo bolzanino. Dopo la conferenza di Zoja, l'università si accenderà di suoni, luci, colori, musiche da tutto il mondo. Si potranno gustare cibi di varie parti del mondo e si potrà ballare nei corridoi dell'università.

Luigi Zoja (1943) è uno psicanalista italiano. Laureato in Economia, ha iniziato i suoi studi in ambito sociologico a partire dalla fine degli anni sessanta. Ha frequentato l'Istituto C.G. Jung di Zurigo, dove ha conseguito la laurea e successivamente ha insegnato.
Per lavoro si divide tra Milano, Zurigo, New York e Washington. Occasionalmente tiene corsi anche presso l'Università degli Studi di Palermo e dell'Insubria. Dal 1984 al 1993 è stato Presidente del Centro Italiano di Psicologia Analitica. Dal 1998 al 2001 ha presieduto la International Association for Analytical Psychology.
Larga parte dei suoi lavori, tradotti in 14 lingue, interpretano vari comportamenti problematici del giorno d'oggi (dipendenze, consumismo sfrenato, assenza di una figura paterna, la proiezione in politica di odio e paranoia…) alla luce dei vecchi schemi di comportamento, risultanti dai miti e dalla letteratura classica.
Bibliografia: "Crescita e colpa, psicologia e limiti dello sviluppo", Milano, Anabasi, 1993; "Coltivare l'anima", Bergamo, Moretti & Vitali, 1999; "Il gesto di Ettore: preistoria, storia, attualità e scomparsa del padre", Torino, Bollati Boringhieri, 2000, "Storia dell'arroganza: psicologia e limiti dello sviluppo", Bergamo, Moretti & Vitali, 2003; "Giustizia e bellezza", Torino, Bollati Boringhieri, 2007; "La morte del prossimo", Torino, Einaudi, 2009; "Contro Ismene: considerazioni sulla violenza", Torino, Bollati Boringhieri, 2009; "Centauri: mito e violenza maschile", Roma-Bari, Laterza, 2010″.

Locandina della manifestazione Global Village (Apri l'immagine jpg, 173 Kilobyte, 566 per 800 pixel)
 
Condividi articolo:
 
  • Home
  • >La Città
  • > Appuntamenti
  • > LA MORTE DEL PROSSIMO. La solitudine del cittadino globale
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::