Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

PARANOIA E POLITICA -Il celebre psicanalista LUIGI ZOJA a Bolzano con il Centro per la Pace

Sala di rappresentanza del Comune, vicolo Gumer 7

Conferenza

20.10.2012

La lucida follia che muove la storia fra potere, soldi, onori, nazionalismi, menzogne, violenze e guerre. Una analisi profonda e seria sulla malattia costitutiva della politica introduce l'incontro lo psicologo Claudio Fabbrici

Luigi Zoja (Apri l'immagine jpg, 202 Kilobyte, 1600 per 1067 pixel)
 

sabato 20 ottobre - ore 11.00
Sala di Rappresentanza del Comune

Il celebre psicanalista Luigi Zoja, autore di libri che hanno creato forti dibattiti in Italia e nel mondo come "La morte del prossimo" sarà a Bolzano su invito del Centro per la Pace per riflettere intorno all'ultimo lavoro dedicato alla paranoia collettiva e ai riflessi che questo patologico ha sulla politica, sia analizzando i grandi eventi della storia (dalla conquista dell'America al nazismo, allo stalinismo fino alle dittature del Novecento) sia riflettendo sulle derive attuali della politica (l'assillo del potere, il dirifiuto del diverso, l'etnocentrismo, il razzismo, la demonizzazione dell'avversario, la ricerca degli onori e della ricchezza). Forse la politica è costitutivamente assediata dalla paranoia.

Il paranoico spesso è convincente, addirittura carismatico. In lui il delirio non è direttamente riconoscibile. Incapace di sguardo interiore, parte dalla certezza granitica che ogni male vada attribuito agli altri. La sua logica nascosta procede invertendo le cause, senza smarrire però l'apparenza della ragione. Questa follia "lucida" - così la definivano i vecchi manuali di psichiatria - è uno stile di pensiero privo di dimensione morale, ma con una preoccupante contagiosità sociale. Raggiunge infatti un'intensità esplosiva quando fuoriesce dalla patologia individuale e infetta la massa. Al punto da imprimere il proprio marchio sulla storia, dall'olocausto dei nativi americani alla Grande Guerra ai pogrom, dai mostruosi totalitarismi del Novecento alle recenti guerre preventive delle democrazie mature. Finora mancava uno studio d'insieme sulla paranoia collettiva, rimasta terra di nessuno tra le discipline psichiatriche e quelle storiche. Per primo lo psicoanalista Luigi Zoja ricostruisce la dinamica, la perversità e insieme il fascino, l'assurdità ma anche la potenza del contagio psichico pandemico, in un saggio innovativo che attinge a vastissime competenze pluridisciplinari. Improvvisamente, vediamo con occhi diversi eventi che credevamo di conoscere, e comprendiamo quanto i paranoici di successo, Hitler o Stalin, fossero tali per la loro capacità di risvegliare la paranoia dormiente nell'uomo comune.

LUIGI ZOJA - già presidente della IAAP, l'associazione che raggruppa gli analisti junghiani nel mondo, ha lavorato a Zurigo, New York e Milano. I suoi testi sono stati tradotti in quattordici lingue. Tra i saggi più recenti: Storia dell'arroganza. Psicologia e limiti dello sviluppo (2003), La morte del prossimo (2009) e Centauri. Mito e violenza maschile (2010). Presso Bollati Boringhieri sono usciti: Il gesto di Ettore. Preistoria, storia, attualità e scomparsa del padre (2000), Giustizia e Bellezza (2007), Contro Ismene. Considerazioni sulla violenza (2009) e Al di là delle intenzioni. Etica e analisi (2011), La morte del prossimo (2011), Paranoia. La follia che muove la storia (2012) Ha vinto per due volte (2002 e 2008) il Gradiva Award, assegnato ogni anno negli Stati Uniti alla saggistica psicologica.
 

Allegati:

Condividi articolo:
 
  • Home
  • > Appuntamenti
  • > PARANOIA E POLITICA -Il celebre psicanalista LUIGI ZOJA a Bolzano con il Centro per la Pace
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::