Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

"Quando gli angeli perdono le ali - L'utopia ferita e il mondo così come l'uomo racconta" - Ingo Schulze con Stefano Zangrando

Libera Università di Bolzano - Aula Magna, piazza Università 1

Conferenza e dibattito

08.04.2014

Ore 18.00

Il logo del Centro Pace del Comune (Apri l'immagine jpg, 101 Kilobyte, 400 per 380 pixel)
 

Martedì 8 aprile alle ore 18 nell'Aula Magna della LUB nell'ambito del ciclo organizzato dal Centro per la Pace

Ingo Schulze, un grande scrittore si racconta

Da molti è considerato l'erede di Günther Grass. Anche il romanziere tedesco tenterà una risposta alla grande domanda di Dostoevskij: "Quale bellezza salverà il mondo?". Dialogherà con il suo traduttore Stefano Zangrando
Sarà un altro importante evento, quello previsto per l'8 di aprile all'interno del ciclo "Quale bellezza salverà il mondo?" organizzato dal Centro per la pace insieme alla Libera università. A tentare una risposta all'ambigua domanda di Dostoevskij sarà a Bolzano, alle ore 18 nell'aula magna della Lub, lo scrittore tedesco Ingo Schulze, uno dei romanzieri più importanti della Germania, considerato dalla stampa come il più valido erede di Günther Grass. A dialogare con lui, il suo traduttore e scrittore di origini bolzanine, ma da anni stabile a Rovereto, Stefano Zangrando.

Nato nel 1962 a Dresda, Schulze ha studiato lettere classiche a Jena e ha lavorato come drammaturgo e redattore ad Altenburg. Dal 1993 vive a Berlino. Nel 1998 il New Yorker lo ha annoverato tra i "sei migliori giovani romanzieri europei" e The Observer lo ha citato tra i "ventuno autori di cui ci si ricorderà nel Ventunesimo secolo". È membro dell'Accademia delle arti di Berlino e dell'Accademia tedesca per la lingua e la poesia. I suoi libri sono tradotti in ventisette lingue.

La notorietà a liello internazionale è venuta già con il secondo libro Simple Storys (Semplici storie, Mondadori) dove con uno stile minimalista, in brevi storie, quasi dei lampi letterari, Ingo Schulze racconta lo stupore del cambiamento di vita nella ex Ddr subito dopo la caduta del muro di Berlino.
Con Adam and Evelyn (tradotto in Italia da Feltrinelli) la fine del sistema sovietico nella Germania dell'est diventa lo scenario dove si incrociano le vite di Adam, un abile sarto che rende irresistibile ogni donna, ed Evelyn, l'amante che entrerà nella vita cdi Adam, come un uragano, pronto a buttare all'aria ogni certezza, ogni muro piantato nella storia come fosse una prigione sentimentale ed emozionale. Con Orangen und Engel (Arance ed angeli, Feltrinelli) Ingo racconta l'Italia, non tanto quella storica con le sue bellezze artistiche e culturali, ma l'Italia popolare fatta di migranti, di prostitute, di lavavetri, di anziani eccentrici, di dialetti incomprensibili anche agli orecchi di chi l'idioma non lo sa ma si sforza di capirlo. Un viaggio reale, oltre gli stereotipi e i pregiudizi d'oltralpe, che si completa con l'ultimo lavoro tradotto in italiano, Siete giunti a destinazione, dove l'amore per l'Italia sprofonda verso il sud, fra le bellezze di Sicilia, l'isola in cui ogni metro quadro cela un pezzetto di storia dell'umanità, e ogni paesaggio, ogni monumento, ogni dettaglio non visto diviene una perdita rimpianta.

Alla città d'adozione, Berlino, Ingo Schulze ha dedicato il libro di racconti Bolero berlinese (Feltrinelli).

L'incontro con Ingo Schulze e Stefano Zagrando nell'aula magna della Lub è gratuito ed è prevista la traduzione simultanea dal tedesco all'italiano. Per informazioni: centropacebz@gmail.com

Allegati:

Condividi articolo:
 
  • Home
  • >La Città
  • > Appuntamenti
  • > "Quando gli angeli perdono le ali - L'utopia ferita e il mondo così come l'uomo racconta" - Ingo Schulze con Stefano Zangrando
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::