Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina

Carta di soggiorno

Leggi e regolamenti di riferimento: D.Lgs. 286/1998, art. 9

La carta di soggiorno è il titolo di soggiorno rilasciato a tempo indeterminato e senza motivo specifico di permanenza.
Essa costituisce anche documento d'identificazione personale.

Chi la può richiedere?

  • straniero regolarmente soggiornante in Italia da almeno 6 anni, titolare di un permesso di soggiorno per un motivo che consente un numero indeterminato di rinnovi; deve avere un reddito sufficiente per mantenere sé e i familiari a carico;
  • straniero coniuge, figlio minore o genitore a carico o conviventi
    di un cittadino italiano o UE residente in Italia;
  • stranieri ricongiunti con familiari, cittadini italiani o UE residenti
    in Italia o con uno straniero già titolare della carta di soggiorno;
  • minore che al compimento del 14° anno è iscritto nella carta di soggiorno del genitore o dello straniero a cui è legalmente affidato. (art. 31 co.2, D.Lgs. 286/1998).

Documentazione richiesta per il rilascio

  • domanda contenente le proprie generalità;
  • documentare i posti in cui ha soggiornato negli ultimi 5 anni;
  • il luogo di residenza;
  • comprovare il reddito (MOD. unico -101- assegno sociale);
  • copia del passaporto o documento equipollente o del documento
    d'identificazione rilasciata dalla competente autorità italiana;
  • certificato del casellario giudiziario e carichi pendenti;
  • stato di famiglia (vedere l'autocertificazione) nel caso in cui venga richiesta anche per i familiari, indicando in tal caso l'eventuale reddito del coniuge e la disponibilità di un alloggio adeguato (ex art. 29 T.U.).

Rifiuto

La carta di soggiorno non viene rilasciata nei casi di rinvio a giudizio
o sentenza di condanna (anche non definitiva) per uno dei delitti indicati nell'art. 380 c.p.p. e 381 c.p.p. salvi gli effetti della riabilitazione (art.9 co.3 D.Lgs. 286/1998).

Revoca
(art. 15 e 16 D.Lgs. 286/1998)

La dispone il Questore nell'ipotesi di emanazione di una sentenza di condanna (anche non definitiva) art. 380 e 381 c.p.p.

Vantaggi derivanti dalla carta di soggiorno
(art. 9 co.1, D.Lgs. 286/1998)

I vantaggi sono i seguenti:

  • permette di entrare nel territorio dello Stato in esenzione di visto;
  • svolgere qualsiasi attività lecita (salvo quelle riservate solo ai cittadini italiani);
  • accedere ai servizi e alle prestazioni erogate dalla pubblica amministrazione (revisione della costituzione per il diritto di voto alle elezioni amministrative comunali - elettorato attivo e passivo- prestazioni sociali);
  • rendere permanente il proprio soggiorno e quello dei propri familiari in Italia;
  • divieto di espulsione se non nei casi indicati dall'art. 9 co. 5 D.Lgs. 286/1998 per gravi motivi di ordine pubblico e sicurezza nazionale o di appartenere a categorie di soggetti sospetti di vivere con attività delittuose di tipo mafioso.
Torna ad inizio pagina
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::