Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 25.11.2020 17:00
Rubrica:  [Pari opportunità]  [Varie] 

Prima riunione della Commissione Pari Opportunità del Comune di Bolzano

La prima seduta della CPO del Comune di Bolzano (Apri l'immagine , 216 Kilobyte, 1280 per 770 pixel)

La prima seduta della CPO del Comune di Bolzano

 
La seduta in videoconferenza nella Giornata internazionale contro la violenza sulle donne

Si è riunita giovedì 25 novembre, per la prima volta, la nuova Commissione Pari Opportunità del Comune di Bolzano. Le consigliere hanno scelto scelto come prima data di convocazione la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne e hanno deciso di dedicare la loro seduta ad una problematica purtroppo sempre molto attuale evidenziata anche dalle misure limitative imposte durante il lock down legato al Covid-19 e cioè quella della violenza domestica e tutte le forme di violenza maschile esercitate contro le donne nelle relazioni di fiducia e di intimità, da quella psicologica, alla fisica, economica, sessuale, senza dimenticare inoltre la forma assistita che riguarda i figli e le figlie conviventi.

Le dieci consigliere della Commissione dei diversi schieramenti politici e due presidenti di Quartiere hanno condiviso la volontà di essere unite e determinate nella lotta ad ogni forma di violenza e vogliono far sentire la vicinanza e il sostegno a tutte le donne, ragazze e bambine che subiscono o hanno subito violenza e discriminazioni e promuovere un nuovo modello di società che metta al centro i diritti delle donne a vivere libere.

Alla seduta della Commissione è stata invitata anche Christine Clignon, presidente della GEA, l'associazione che gestisce a Bolzano il centro d'ascolto antiviolenza e la casa rifugio. Clignon, nel suo intervento ha sottolineato come obiettivo del lavoro sia quello di contrastare la violenza maschile contro donne, bambine e bambini decostruendo la cultura patriarcale che afferma come pilastro della società la disparità di potere tra uomo e donna. I dati, ha riferito Clignon, dimostrano che la forma di violenza maschile sulle donne più diffusa, è la violenza domestica. Il 98% delle violenze non avvengono per strada, ma sono subite tra le mura domestiche, cioè proprio nel luogo che dovrebbe essere per eccellenza il luogo più sicuro e dove vengono attuate diverse forme di violenza. Un fenomeno molto diffuso che si basa su una cultura di pregiudizi e stereotipi costruita nei millenni che hanno portato a minimizzare/banalizzare la violenza di genere. Per contrastarle servono risorse e interventi strutturali.

Su questo si impegnerà anche la Commissione Pari Opportunità del Comune di Bolzano che continuerà anche quest'anno a lavorare in prima linea per combattere la violenza di genere e per una cultura del rispetto. 
.Nelle prossime sedute la Commissione inviterà le altre associazioni attive nel settore. A queste associazioni la Commissione Pari Opportunità ha deciso di devolvere il proprio gettone di presenza della seduta del 25 novembre.
La Commissione ha infine espresso solidarietà alla Consigliera e Assessora Johanna Ramoser per i recenti e inaccettabili attacchi verbali subiti.

Commissione consiliare alle Pari Opportunità
 

(mp)
 
Christine Clignon, presidente della GEA,  (Apri l'immagine , 1,110 Kilobyte, 4608 per 2128 pixel)

Christine Clignon, presidente della GEA,

CPO in videoconferenza (Apri l'immagine , 235 Kilobyte, 1280 per 933 pixel)

CPO in videoconferenza

 
Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::