Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 18.08.2009 10:00
Rubrica:  [Varie] 

Sopron celebra i 20 anni del "Picnic Paneuropeo"

Uno scorcio della piazza principale di Sopron (Wikipedia) (Apri l'immagine jpg, 989 Kilobyte, 1600 per 1200 pixel)

Uno scorcio della piazza principale di Sopron (Wikipedia)

 
Nella cittadina ungherese gemellata con Bolzano per ricordare l'evento anche delegazione del Comune

Alla presenza del primo ministro ungherese György Gordon Bajnai, dell'ex cancelliere austriaco Wolfgang Schuessel, del sindacodi Sopron città gemellata con Bolzano e di numerose altre autorità politiche si è aperta nella località ungherese la conferenza internazionale "1989 Open Borders" che vede la partecipazione anche della città di Bolzano rappresentata dall'assessore alla Cultura Primo Schoensberg.
Vent' anni fa ovvero il 19 agosto del 1989 Sopron ospitava il "Picnic Paneuropeo" dimostrazione pacifica al confine austro ungherese. Con un gesto simbolico, concordato dalle due nazioni, il passaggio di confine sulla strada da Sankt Margarethen nel Burgenland (Austria) a Sopronkőhida (Ungheria), fu infatti aperto per alcune ore. Nello stesso posto il 27 giugno 1989 l'allora ministro degli esteri austriaco Alois Mock ed il suo omologo ungherese Gyula Horn, avevano attraversato insieme il confine per sottolineare la decisione ungherese di smantellare le postazione di sorveglianza lungo il confine, un processo iniziato il 2 maggio 1989. Durante la preparazione dell'evento del 19 agosto, gli organizzatori del Picnic Paneuropeo avevano distribuito dei volantini per comunicare la manifestazione. Più di 600 cittadini della Repubblica Democratica Tedesca colsero l'occasione per passare all'ovest appena la "cortina di ferro" fu aperta. Al tempo, la polizia di confine ungherese aveva l'ordine di sparare su chiunque tentasse di superare il confine illegalmente. Comunque, furono cauti e non aprirono il fuoco sulla gente che scappò verso l'occidente. Il Picnic Paneuropeo fu dunque uno dei più importanti avvenimenti che segnarono la fine della Repubblica Democratica Tedesca, la scomparsa della cortina di ferro e la riunificazione tedesca.
L'avvenimento viene celebrato ogni anno nel luogo dove il confine venne aperto e in occasione del ventennale anche il Comune di Bolzano ha voluto testimoniare alla città gemellata, la sua partecipazione.
 

(mp)
Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::