Segnala la pagina  Esprimi il tuo commento  Stampa la pagina
Comunicato stampa: 26.10.2012 12:53
Rubrica:  [Varie] 

Intitolata una via di Bolzano ad Enrico Mattei

 Via Enrico Mattei a Bolzano sud all'altezza del distributore Agip di via Einstein (Apri l'immagine jpg, 1,067 Kilobyte, 2256 per 1496 pixel)

Via Enrico Mattei a Bolzano sud all'altezza del distributore Agip di via Einstein

 
All'altezza del distributore Agip di via Einstein anche una statua per il padre fondatore dell'ENI scomparso 50 anni fa in circostanze tragiche

Il Comune di Bolzano, in occasione del 50° anniversario della morte, ha promosso l' intitolazione ufficiale di "Via Enrico Mattei" nei pressi del distributore/area di servizio AGIP di Haimo Staffler a Bolzano sud, alla fine di via Albert Einstein all'altezza della rotatoria. Stamane la cerimonia che ha visto intervenire in rappresentanza del Comune il vice Sindaco Klaus Ladinser che ha ricordato la figura di Mattei ed il suo legame con l'Alto Adige e gli assessori comunali Luigi Gallo, Maria Chiara Pasquli e Judith Kofler Peintner, oltre a numerosi consiglieri comunali e circorscrizionali.
E' seguita l'inaugurazione della statua che ritrae Mattei impegnato in uno dei suoi hobby preferiti: la pesca. La cerimonia è stata presentata dal giornalista bolzanino e grande esperto di motori Ezio Zermiani ed ha visto intervenire anche il direttore generale dell'Eni Angelo Fanelli .
 

Enrico Mattei, il padre fondatore di ENI (29.04.1906- 27.10.1962)

Enrico Mattei non era solo un imprenditore di talento, un politico e un dirigente d'azienda, ma anche una persona sensibile e riflessiva,
conosceva diverse lingue e si sentiva a casa un po' in tutto il mondo.
Uno dei luoghi a lui più caro era la Valle d'Anterselva dove, in una sua residenza, era solito fare lunghe passeggiate e trascorrere diverse ore in riva al lago insieme alla moglie di origini austriache.
Esattamente 50 anni fa, il 27 ottobre 1962, Mattei fu vittima di un incidente aereo. Nel 2005, la magistratura poté dimostrare la natura dolosa dell'incidente, i cui responsabili rimangono tuttavia sino ad oggi ancora ignoti.
Tale episodio e la ricorrenza del 50° anniversario, hanno rappresentato l'occasione per la realizzazione di una statua in bronzo che
ritrae Mattei intento a pescare sul "suo" lago d'Anterselva.
 

* Enrico Mattei (Acqualagna, 29 aprile 1906 - Bascapè, 27 ottobre 1962) è stato un imprenditore, politico e dirigente pubblico italiano. Sotto la sua presidenza l'ENI negoziò rilevanti concessioni petrolifere in Medio Oriente e un importante accordo commerciale con l'Unione Sovietica (grazie all'intermediazione di Luigi Longo, suo amico durante la guerra partigiana e più tardi segretario del Partito Comunista Italiano); iniziative che contribuirono a rompere l'oligopolio delle 'Sette sorelle', che allora dominavano l'industria petrolifera mondiale. Mattei introdusse inoltre il principio per il quale i Paesi proprietari delle riserve dovevano ricevere il 75% dei profitti derivanti dallo sfruttamento dei giacimenti[1]. Pur non essendo attivamente impegnato in politica, era vicino alla sinistra democristiana e fu parlamentare dal 1948 al 1953.
Per la sua attività Mattei nel 1961 fu insignito della laurea in ingegneria ad honorem dalla Facoltà di Ingegneria (ora Politecnico) dell'Università degli Studi di Bari. Fu insignito anche di altre lauree honoris causa, della croce di cavaliere del lavoro e della Bronze Star Medal dell'Esercito statunitense (5 maggio 1945), nonché della Cittadinanza onoraria del comune di Cortemaggiore.
Morì nel 1962, in un misterioso incidente aereo le cui cause rimasero oscure per moltissimi anni. In seguito a nuove evidenze, nel 2005 fu stabilita la natura dolosa dell'incidente; vennero infatti ritrovati segni di esposizione a esplosione su parti del relitto, sull'anello e sull'orologio di Matte

* fonte Wikipedia



 

(mp)
 
L'inaugurazione  (Apri l'immagine jpg, 390 Kilobyte, 1737 per 1396 pixel)

L'inaugurazione

La statua dedicata ad Enrico Mattei (Apri l'immagine jpg, 1,673 Kilobyte, 2256 per 1496 pixel)

La statua dedicata ad Enrico Mattei

Il vice Sindaco Ladinser con Ezio Zermiani (Apri l'immagine jpg, 1,596 Kilobyte, 2256 per 1496 pixel)

Il vice Sindaco Ladinser con Ezio Zermiani

Da sx sig.Brugger (amico di Anterselva di Mattei), Zermiani e il dg. di ENI Fanelli (Apri l'immagine jpg, 1,647 Kilobyte, 2256 per 1496 pixel)

Da sx sig.Brugger (amico di Anterselva di Mattei), Zermiani e il dg. di ENI Fanelli

 
Condividi articolo:
 
Città di Bolzano - Piazza Municipio, 5 - 39100 Bolzano - centralino: 0471 997111 – codice fiscale/partita IVA: 00389240219 - E-Mail: urp@comune.bolzano.it - PEC: bz@legalmail.it ::